Malagò confessa: “Zaniolo? Stravedo per lui, ma deve rimanere umile. Fiducia in Mancini e Di Biagio, i giovani…”

Le dichiarazioni del presidente del Coni, Giovanni Malagò, relative alle giovani promesse italiane

E’ il più giovane calciatore italiano che ad aver realizzato una doppietta in Champions League.

Nicolò Zaniolo, rientrato all’interno dell’affare che ha portato Nainggolan all’Inter, è riuscito in breve tempo a rubare la scena del calcio finendo sui taccuini degli osservatori di mezz’Europa. Dopo l’incredibile prestazione offerta in occasione del match Roma-Porto, in cui lo stesso giocatore avrebbe messo a segno una doppietta che ha permesso ai capitolini di aggiudicarsi il match, il presidente del Coni Giovanni Malagò si è espresso sul giovane talento classe ’99.

Di Zaniolo ne ho parlato molto bene ben prima della partita di ieri – ha dichiarato l’imprenditore ai microfoni dell’Ansa –  è fondamentale che il ragazzo mantenga quell’umiltà che sta già dimostrando perché nello sport e nel calcio in particolare troppi complimenti possono alterare un percorso di crescita che sembra scritto. Ma non è il suo caso perché è un ragazzo serio e umile. Io stravedo per ragazzi come Zaniolo, Chiesa, Barella e anche il reparto dei portieri dà garanzie assolute. C’è una generazione importante e l’accoppiata ManciniDi Biagio dà le garanzie a tutto questo“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy