Juventus-Torino, Mazzarri: “All’Allianz Stadium un esame di laurea, ecco cosa mi aspetto dai miei. Chiellini? La sua presenza…”

Juventus-Torino, Mazzarri: “All’Allianz Stadium un esame di laurea, ecco cosa mi aspetto dai miei. Chiellini? La sua presenza…”

Le dichiarazioni del tecnico granata, Walter Mazzarri, in vista della sfida contro la Juventus di Massimiliano Allegri

E’ tutto pronto per Juventus-Torino, match valido per la 35^ giornata di Serie A.

Giornata di vigilia per i granata che, dopo il successo contro il Milan che ha permesso l’aggancio in classifica proprio ai rossoneri, sarà chiamata ad affrontare i Campioni d’Italia all’Allianz Stadium. Banco di prova importante per i granata, tutt’oggi impegnati nella lotta per un piazzamento europeo, soprattutto in vista della volata finale che vedrà la formazione di Mazzarri impegnata contro Sassuolo, Empoli e Lazio. Spicca l’assenza di Iago Falque, tra i 19 convocati dal tecnico ex Napoli, espressosi in conferenza stampa a poche ore dalla sfida.

“Belotti è in una condizione di forma strepitosa, spero sia il suo derby e penso possa esserlo, visto che contro le grandi avversarie Andrea di solito si esalta. Non credo a una Juve che voglia sottovalutare l’impegno e ad esempio la presenza di Chiellini, assente contro l’Ajax, ne è la prova. I fuoriclasse possono anche essere in difesa, e Chiellini è un fuoriclasse. Di una cosa sono comunque sicuro, anche se ce la vediamo contro i campioni d’Italia non firmo per lo 0-0. Per adesso siamo al sogno Champions, ma qualche tempo fa non ci saremmo potuti permettere nemmeno il sogno”.

L’allenatore si è inoltre espresso sul momento vissuto dalla sua squadra: “Siamo reduci da una buona settimana, veniamo da un grande risultato contro il Milan e stiamo per andare a giocare un’altra partita di altissimo livello. Sono gare che danno qualcosa di speciale, e i ragazzi sono più maturi di un tempo per gestire un po’ di inevitabile euforia. Abbiamo lavorato bene, spero in una prestazione che sia in linea con le ultime. Non è ancora tempo di bilanci, visto che alla fine mancano ancora quattro partite, però devo dire che la valutazione generale di quanto fatto fin qui è decisamente positiva. In estate si pensava che squadre con le quali siamo vicini o sopra in classifica a questo punto della stagione potessero avere 10 o 15 punti più di noi. Sono contento, sì, molto contento di quanto stiamo portando avanti. Ciò che più conta è però la partita di domani contro una Juve reduce da sei scudetti consecutivi. Sarà un derby speciale: i punti varranno un po’ più del solito, e se affronteremo i bianconeri nel modo giusto faremo l’ultimo, decisivo salto di qualità. Quello di domani per noi è un esame di laurea”.

Chiosa finale sulla formazione che verrà adottata questa sera: “Posso lanciare Bremer che in allenamento sta facendo bene, abbassare De Silvestri o anche andare sulla difesa a 4 che qualche volta abbiamo già adottato”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy