Juventus, Amoruso esalta Kean: “Rappresenta il futuro della Nazionale e di questo club”

Le dichiarazioni dell’ex attaccante bianconero, Nicola Amoruso, relative a vari temi caldi in casa Juventus

Tutti pazzi per Moise Kean.

Il suo gol al debutto con la Nazionale italiana ha acceso i riflettori di tutta la Serie A su di lui: diventato il primo 2000 a trovare la rete con la maglia degli azzurri. Stiamo parlando del numero 18 bianconero che, in occasione del match tra Italia e Finlandia valida per le qualificazioni a Euro 2020, ha regalato spettacolo per tutti e 90 i minuti guadagnandosi così il ruolo di protagonista della serata.

Un talento su cui l’ex calciatore Nicola Amoruso, si è espresso durante un’intervista concessa ai microfoni di “MC Sport”.

“Kean? È un ragazzo di qualità, ha fame, entusiasmo. Penso che possa fare entrambi i ruoli, da prima punta e da seconda. Sa giocare, ha una grande forza fisica. Sa sempre dove trovarsi, ogni volta che è entrato ha fatto gol, poteva segnare anche in Champions League contro l’Atletico. Rappresenta il futuro della Juventus e della Nazionale. Può diventare un ottimo giocatore, un campione lo dirà il tempo. Sicuramente ci sono tutte le premesse perché diventi un giocatore importante. Poi la Juventus è brava a gestire i giovani, è l’ambiente ideale per crescere. Sta trovando sempre più spazio in una squadra di campioni, sicuramente è un ottimo inizio”.

Inevitabile la parentesi relativa al cammino della Juventus in Champions League: “La partita con l’Atletico Madrid è stata una delle più belle degli ultimi anni soprattutto per la situazione che si era venuta a creare. La Juventus non molla mai, lo ha dimostrato in una partita assolutamente difficile. Allegri ha confessato che era la partita che avrebbe voluto fare a Madrid. Sono stati tutti eccezionali, nessuno ha sbagliato niente né dal punto di vista tattico e mentale. Con l’Ajax sembra a tutti abbordabile, ma non bisogna sottovalutare la spensieratezza di questi ragazzi. Credo che la lezione di Madrid sia servita a qualcosa. Da questo momento in poi credo che l’approccio mentale la Juventus non lo sbaglierà. L’Ajax ha ottimi giocatori, ma credo che la Juventus sia superiore”.

Chiosa finale su Douglas Costa: “Sia lui che Cuadrado sono mancati, sono due giocatori importanti. Al momento giusto possono far cambiare ritmo alla partita. Avere soprattutto Douglas Costa sarebbe importante per lo sprint finale della stagione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy