Inter, Spalletti: “Contro la Sampdoria mostreremo il nostro carattere. Trevisani e Adani? Esultanza irrispettosa per quelli che…”

Inter, Spalletti: “Contro la Sampdoria mostreremo il nostro carattere. Trevisani e Adani? Esultanza irrispettosa per quelli che…”

Le dichiarazioni dell’allenatore nerazzurro, Luciano Spalletti, a meno di 24 ore dal match contro la Sampdoria

Dopo il clamoroso successo maturato in Champions League contro il Tottenham, l’Inter, è pronta a conquistare i tre punti anche in campionato.

I nerazzurri infatti, nella giornata di domani, saranno chiamati a scendere in campo contro la Sampdoria di Marco Giampaolo. Match particolarmente importante per i meneghini, che avranno il compito di allontanare definitivamente le polemiche legate ad un avvio di stagione deludente. A parlare alla vigilia del delicato match contro i blucerchiati, il tecnico Luciano Spalletti, intervenuto durante la conferenza stampa di oggi: “Io ho un ruolo importante e ho delle responsabilità su come va e reagisce la squadra. Se pensiamo a come sono andate certe partite è chiaro che non siamo soddisfatti. Se però vado a pensare a come abbiamo lavorato, io trovo sempre conforto nella professionalità e nella serietà perché noi lavoriamo in maniera seria. Sono quelle le cose importanti da fare sempre”.

Inevitabile la parentesi relativa alla vittoria in rimonta contro gli Spurs: “E’ chiaro che se riesci a vincere queste partite qui usciamo tutti rafforzati.  I mezzi ci sono. Dobbiamo andare a recuperarli. Riuscendo a dare seguito alla vittoria di domani significherebbe molto di più di vincere due partite di seguito. Mi è piaciuto il carattere, la personalità, lo spirito della squadra. C’era il rischio di andare a ritrovare quelle discontinuità che abbiamo avuto in precedenza. La squadra è rimasta in equilibrio, ha giocato con personalità alla pari e andando ad aggredire alta. Questo spirito bisogna portarlo dentro ogni volta. Ci deve essere una cadenza dove riproponiamo quella che è la nostra forza. Mi aspetto una continuità nei risultati, una consapevolezza delle proprie capacità. Noi abbiamo inizialmente tentato di fare la partita e di pressare alto, poi siamo stati costretti ad abbassare la squadra ma siamo sempre stati compatti e dopo aver preso gol non abbiamo perso la bussola. Abbiamo tentato di forzare sempre di più, correndo anche il rischio di lasciare qualche spazio”.

L’ex Roma si è inoltre espresso sul lavoro sinora svolto dal tecnico del club ligure, Marco Giampaolo: Ho tanta stima per Giampaolo. E’ una persona squisita ed è un allenatore moderno. Sta facendo vedere tutte le sue qualità. Ha uno staff di primo livello. E’ una squadra che costruisce dal basso, pronta a giocare in qualsiasi modo. Spero di poter trovare domani al campo Sabatini. Mi dicono che deve ancora completare alcune cure, ma sarei felicissimo di riabbracciarlo”.

Infine, Spalletti, ha parlato delle critiche mosse a Riccardo Trevisani e Daniele Adani nel post match di Inter-Tottenham: “Effettivamente l’esultanza di Adani e Trevisani è stata una mancanza di rispetto. Soprattutto per i giornalisti italiani che tifavano Tottenham. Perché loro hanno riportato fedelmente le notizie dei fatti accaduti in campo e di come sono realmente accaduti. Hanno fatto una telecronaca spettacolare, che negli ultimi minuti ha tirato dentro lo stadio e l’emozione di tutte quelle persone che erano fuori e che erano a casa. Bisogna solo fare a loro i complimenti”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy