Inter, guerra fredda tra Icardi e il club nerazzurro: Mauro non giocherà finchè…

Inter, guerra fredda tra Icardi e il club nerazzurro: Mauro non giocherà finchè…

Mauro Icardi deluso dal provvedimento con cui è stato degradato: l’attaccante argentino pretende le scuse dell’Inter

Tra Mauro Icardi e l’Inter è scontro totale.

Nonostante il continuo braccio di ferro tra Wanda Nara, moglie e agente dell’attaccante argentino, e la dirigenza nerazzurra, la fumata bianca per il rinnovo contrattuale del classe ’93 appare, ancora molto lontana. Nel frattempo, il club di Steven Zhang, stanco e irritato dal alcune dichiarazioni rilasciate dalla show girl argentina, ha deciso di declassare Maurito, togliendogli la fascia da capitano per affidarla a Samir Handanovic. Dunque, la crisi di Icardi, che si è dichiarato infortunato per saltare Inter-Sampdoria – malgrado il problema al ginocchio non sembri così grave da impedirgli di scendere in campo -, è ormai chiara a tutti: a dimostrarlo anche e soprattutto il suo lungo digiuno, non segna, infatti, in Serie A da sette giornate. Un record assolutamente negativo per lui.

Se da una parte, Wanda, resasi conto della gravità della situazione, sta cercando di ricomporre lo strappo e mettere la pace tra le due parti, anche via social, dall’altra, Icardi, non ha ancora sbollito la rabbia e sembra non avere alcuna intenzione di tornare a giocare finché non riceverà le scuse della società. Come scrive il Corriere della Sera, il numero 9 nerazzurro, che ha ritenuto ingiusto il provvedimento con cui è stato degradato, sarebbe destramente convinto che la fascia gli sia stata tolta non per le dichiarazioni della moglie Wanda o per problemi con alcuni nello spogliatoio, ma perché l’Inter avrebbe già deciso di venderlo a fine stagione.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy