Chievo-Torino, Mazzarri: “Sofferto come non mai, salvati da Sirigu e dalla fortuna. Clivensi? Possono salvarsi…”

Le dichiarazioni del tecnico granata, Walter Mazzarri, a margine della sfida contro la compagine veneta

Il Torino batte il Chievo Verona e ritrova Belotti.

Sorridono i granata che, dopo il recente successo contro l’Atalanta, vincono anche contro i clivensi portandosi così a quota 41 punti in classifica. Sesto risultato utile consecutivo per la compagine piemontese, volata al sesto posto grazie alle reti di Belotti, Rincon e Zaza. Risultato netto che permette alla formazione di Walter Mazzarri di avvicinasi in zona Europa League, ma che non soddisfa a pieno il tecnico toscano.

“Abbiamo sofferto come non mai, soprattutto io – ha dichiarato l’allenatore ai microfoni di “DAZN” –  Complimenti al Chievo se continua a giocare così secondo me si può ancora salvare, ci ha messo in difficoltà come poche suqadre quest’anno. Si è fatta qualche partita un po’ peggio come con il Napoli, ma soffrire come oggi sul piano del gioco non è mai successo. Probabilmente i ragazzi hanno sofferto il primo caldo, i ritmi erano troppo bassi, si è anche rischiato di prendere gol, un pizzico di fortuna e Sirigu ci hanno salvato. Ci sono gare in un campionato che vanno raccattate, oggi era una di quelle, pensavo di soffrire un po’ meno, sono sincero. Dobbiamo guardarci negli occhi martedì e andare a Frosinone a fare una partita diversa. I ragazzi sentivano l’impoirtanza di vincere oggi, la responsabilità a volte porta a bloccarti. È un’esperienza buona, portiamo a casa punti ma da martedì lavoriamo per fare un’altra gara a Frosinone. Belotti meritava il gol da una vita, ha fatto di tutto nelle ultime partite. Sono contento per lui e per Zaza, stando fuori e giocando poco i giocatori si demoralizzano, ci voleva. Spero continuino così da qui alla fine, siamo ambiziosi e vogliamo arrivare più in alto possibile quest’anno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy