Santana-Mediagol: “Sto bene e in D faccio ancora la differenza. Palermo, sono pronto. Il mio sogno è…”

Santana-Mediagol: “Sto bene e in D faccio ancora la differenza. Palermo, sono pronto. Il mio sogno è…”

Le dichiarazioni rilasciate dal talentuoso ex calciatore del Palermo, intervistato in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it

E’ pronto a tornare a vestire la maglia rosanero.

Lui è Mario Alberto Santana. L’ex esterno d’attacco del Palermo, che in Sicilia ha militato nella stagione 2002-2003 e dal 2004 al 2006, prima di indossare le casacche di Fiorentina, Napoli e Torino, lasciando un ricordo importante e significativo, di recente ha concluso la sua avventura professionale con la Pro Patria, compagine con la quale ha vinto nel 2018 da protagonista il campionato di Serie D e di cui è stato capitano.

Il classe ’81, che spegnerà trentotto candeline il prossimo 23 dicembre, si è di fatto proposto, facendo il primo passo, deciso a ripartire in una piazza a lui estremamente cara in cui ha mosso i primi importanti passi di una lunga e brillante carriera, in attesa di conoscere il progetto di chi farà rinascere il calcio a Palermo.

“Se la nuova proprietà del club rosanero dovesse pensare a me come profilo di esperienza per dare una mano al Palermo in un campionato che ho già vinto e conosco bene sarei pronto e felice. La maglia rosanero vorrei tornare ad indossarla subito e accetterei ad occhi chiusi senza pensarci. Anzi direi che, a questo punto della mia carriera, rimettermi in gioco e vincere con la squadra che mi ha lanciato nell’olimpo del grande calcio è proprio il mio sogno – ha dichiarato Santana, intervistato in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it -. Io mi alleno ogni giorno e sono ancora in ottima condizione a dispetto dell’anagrafe calcistica, ho grande voglia di sacrificarmi e una passione immensa che mi spinge a continuare a fare quello che più amo. Se vi fosse la possibilità di vestire ancora quella maglia e tornare a calcare il manto erboso del ‘Barbera’ io sono ancora certo di poter fare la differenza sul piano della qualità in quella categoria. Mi sento come un bambino quando sogna di vestire la maglia dei club più prestigiosi, vincere in Europa e nel mondo, giocare per la nazionale. L’emozione al cospetto dell’ipotesi di giocare di nuovo per il Palermo, in quello stadio, è proprio quella lì. Attenderò di sapere chi si aggiudicherà bando e titolo sportivo e proverò a contattare chi di dovere, trasmettere il mio entusiasmo e fornire la mia disponibilità a vincere questa nuova sfida”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy