Santana-Mediagol: “Palermo, ti svelo tutti i segreti della Serie D. C’è un fattore decisivo…”

Santana-Mediagol: “Palermo, ti svelo tutti i segreti della Serie D. C’è un fattore decisivo…”

Le dichiarazioni rilasciate dall’ex calciatore del Palermo, Mario Alberto Santana, intervistato in esclusiva dalla redazione di Mediagol.it

Parola a Mario Alberto Santana.

Il Consiglio Federale della Figc, a fronte delle valutazioni della Covisoc, ha decretato lo scorso venerdì l’esclusione dal torneo di Serie B del Palermo per inadempienze economico-finanziarie e mancato rispetto dei parametri normativi in sede di presentazione della domanda di iscrizione al campionato. Al posto del club di viale del Fante è stato ripescato nel campionato cadetto il Venezia di Joe Tacopina. Ragion per cui, la società siciliana dovrà ripartire dalla Serie D ricostituendo un nuovo soggetto giuridico. Nei giorni scorsi, infatti, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha pubblicato l’avviso del bando per l’assegnazione del titolo sportivo. E i soggetti interessati dovranno far pervenire la documentazione idonea entro le ore 20 di martedì 23 luglio.

Intervistato in esclusiva ai microfoni di Mediagol.it, l’ex esterno d’attacco del Palermo – che ha vestito la maglia rosanero nella stagione 2002-2003 e dal 2004 al 2006 – ha parlato e svelato i segreti del campionato di Serie D, un torneo che nasconde diverse insidie. Santana, d’altra parte, nel 2018 è riuscito a vincere indossando la fascia da capitano campionato e scudetto di categoria con la maglia della Pro Patria, di cui è stato vero e proprio uomo copertina prima del recente addio.

“La Serie D è un campionato che conosco alla perfezione, l’ho giocato per due anni consecutivi indossando la maglia della Pro Patria. Nella prima stagione abbiamo fisiologicamente fatto un po’ fatica a comprenderne dinamiche e meccanismi, ma l’anno successivo abbiamo disputato un torneo strepitoso, dominando il girone B, ottenendo la promozione e vincendo anche lo scudetto di categoria”, sono state le sue parole.

“Cosa serve realmente per primeggiare nella Serie D italiana? Nella composizione di un organico competitivo in sede di mercato è fondamentale ponderare al meglio la scelta dei profili under che il regolamento ti obbliga a schierare. Bisogna individuare giovani non solo forti sul piano tecnico e atletico ma anche dotati di carattere e grande personalità. Discorso che vale sia per i ragazzi schierati titolari in distinta sia per quelli a disposizione in panchina pronti a subentrare in corsa. Individuare tra i cosiddetti under prospetti di qualità, con ovvi margini di crescita e miglioramento, ma già pronti sotto il profilo fisico e mentale è fondamentale in un campionato complesso sul piano ambientale dove puoi trovarti a giocare in impianti molto piccoli e caldi contro avversari che disputano contro di te la classica gara della vita. Questi giovani il Palermo dovrà essere bravo ed oculato ad integrarli in una rosa composta da calciatori esperti e smaliziati per la categoria e magari qualche profilo dal passato illustre nel calcio professionistico ancora in grado di fare la differenza sul piano tecnico e con grande voglia di mettersi in gioco ad un livello certamente diverso rispetto a quello a cui la sua carriera lo aveva abituato. In Serie D la qualità è certamente importante ma senza carattere, spirito di sacrificio, umiltà e grande corsa la tecnica da sola non basta a vincere il campionato”, ha concluso Santana.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy