Palermo, i risultati in trasferta sono un paradosso: rendimento da record, ma stop con le ultime

Palermo, i risultati in trasferta sono un paradosso: rendimento da record, ma stop con le ultime

Il Palermo ha un ottimo rendimento in trasferta, ma i due pareggi sono arrivati in casa delle ultime in classifica: Palmese e San Tommaso. Al “De Cicco”, sabato, anche la difesa rosanero ha vacillato, subendo il primo gol esterno

Un rendimento da record con due anomalie

L’edizione odierna del “Giornale di Sicilia” riassume con queste parole i risultati ottenuti dal Palermo in trasferta in questa stagione. Nessuna squadra, infatti, è riuscita a battere gli uomini di Rosario Pergolizzi nelle gare esterne. Tuttavia, i due pareggi che hanno rallentato la corsa dei rosanero verso la promozione in Serie C sono arrivati in casa dei fanalini di coda della classifica: Palmese San Tommaso.

Gli uomini di Pergolizzi si legge tra le righe del noto quotidiano —, che finora hanno costruito la loro leadership proprio in trasferta, non sono stati in grado di fare bottino pieno solamente contro le due avversarie più abbordabili (almeno sulla carta), per giunta con un rendimento interno tutt’altro che positivo. Un paradosso che accompagna una striscia di imbattibiltà che dura comunque da nove trasferte consecutive”.

Palermo, tifosi contro tutto e tutti: non si salva nessuno. E c’è anche chi rimpiange Zamparini

La difesa, finora, sembrava essere l’unico reparto ancora solido. Tuttavia, in occasione della gara del “De Cicco”, anch’essa ha vacillato, insieme ad un attacco abulico e un centrocampo incerto. In tal modo, è arrivato anche il primo gol subito in trasferta.

Prima di sabato, lo straordinario cammino ‘on the road’ della squadra di Pergolizzi era stato caratterizzato da una difesa capace di subire solamente una rete in otto trasferte, per giunta un autogol di Crivello a Biancavilla. Sul campo del San Tommaso, alla prima trasferta del 2020, è arrivato anche il primo gol di marca avversaria ai danni dei rosa. Alleruzzo ha posto fine ad una striscia di 534 minuti senza subire reti lontano dal ‘Barbera’, facendo sorgere anche i primi dubbi sul rendimento esterno. Perché alla fine, sul piano della prestazione, non è cambiato granché dalle vittorie di misura contro Nola, Giugliano e Castrovillari, solo che stavolta è mancata un po’ più di attenzione in difesa”.

Palermo, è crisi di nervi? Tre espulsioni in dieci giornate: adesso rosanero più fallosi e meno performanti

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sbt5 - 1 settimana fa

    Più che di attenzione in difesa è mancato il solito c..o.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy