Montervino-Mediagol: “Svelo la strategia per fermare i rosa. Effetto Barbera? Io al San Paolo…”

Le parole del direttore generale del Nola, Francesco Montervino, in vista della sfida contro il Palermo

Il Nola scalda i motori in vista della complicata sfida del “Barbera”.

Manca sempre meno a Palermo e Nola, match valido per la ventiseiesima giornata del campionato di Serie D, in programma domenica pomeriggio nell’impianto sportivo rosanero. Gli uomini di Pergolizzi, reduci dal brutto ko maturato in casa del Licata, il primo del 2020, scenderanno in campo con l’obiettivo di tornare alla vittoria per non rischiare di compromettere l’obiettivo promozione. Presupposto che tuttavia sembra non spaventare affatto il Nola, imbattuta da due giornate e in cerca di preziosi punti in chiave salvezza. Un obiettivo di cui lo stesso direttore generale della formazione bianconera, Francesco Montervino, ha parlato durante un’intervista concessa in esclusiva ai microfoni di “Mediagol.it”.

“Siamo costretti a preparare il match contro il Palermo come prepariamo ogni singola partita, tenendo conto che a noi i punti servono perché ci dobbiamo salvare il prima possibile. Nelle ultime dieci partite abbiamo fatto 22 punti, soltanto uno in meno del Palermo, la cosa ci riempie d’orgoglio e ci fa capire che la strada che abbiamo intrapreso è importante, siamo pronti per affrontare questo tipo di partite. Giocare davanti al pubblico del “Barbera”? Giusto che un calciatore ci pensi, io ho avuto la fortuna di giocare al “Barbera” da avversario davanti a 70 o 80mila persone, è chiaro che mi porto dietro delle esperienze che possono aiutare il percorso di avvicinamento a questa sfida di ogni singolo ragazzo. Le parole a volte servono a poco, tutti saranno contentissimi e non vedranno l’ora di scendere in campo di uno degli impianti più belli d’Italia che regala emozioni indiscusse.

“Se abbiamo preparato qualcosa di speciale per il Palermo? Dovrei rispondere come Oronzo Canà (ride, ndr). Non sono un allenatore, ma posso dire che noi affrontiamo le partite tutte allo stesso modo – ha ammesso Montervino –  Abbiamo un allenatore molto bravo nella preparazione della partita e nel trovare i pochi punti deboli, o meglio, nel caso del Palermo, quei pochi punti ‘meno forti’ che ci possono essere. Ci dobbiamo attaccare a tutto, anche al dettaglio, l’importante è che la nostra mentalità sia quella di sempre, come quella dell’andata: cercare di giocare, far vedere che non abbiamo paura e sappiamo giocare a calcio. Il nostro allenatore vorrà dimostrare a tutti di essere importante ed è giusto che sia così, sicuramente sarà una bella partita.

Inevitabile, infine, due battute sulla maglia celebrativa pensata proprio per la gara del “Renzo Barbera”: “A livello di marketing e comunicazione abbiamo un gruppo di ragazzi che sviluppa progetti importanti. Ritornare indietro negli anni e riportare il tifoso nolano a quelle partite a cui assisteva venticinque anni fa è uno dei nostri obiettivi, si è voluto fare qualcosa di diverso cercando di coinvolgere maggiormente i tifosi con l’amarcord. Vediamo che succede, i nostri colori sono il bianco e il nero, la seconda maglia è quella gialla”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy