Cessione Palermo, si insinua l’idea dell’azionariato popolare. Gli imprenditori e Sicindustria…

Cessione Palermo, si insinua l’idea dell’azionariato popolare. Gli imprenditori e Sicindustria…

Un gruppo di imprenditori, dirigenti e professionisti palermitani intende offrire l’immissione di un milione di euro nel capitale sociale del Palermo Calcio a fronte di azioni di marketing e sponsorizzazioni

di Maria Chiara Ferrara

Il futuro del Palermo Calcio potrebbe non essere soltanto inglese: è emersa, nelle ultime ore, la possibilità che all’interno del club di Viale del Fante si insinuino, in minor parte, anche alcuni palermitani.

La città, ad oggi, nonostante i numerosi blitz degli inglesi nel capoluogo siciliano, sembra non vederci chiaro sulla cessione della società rosanero, che finora appare valida soltanto sulla parola in quanto, a causa di — come ha spiegato recentemente l’amministratore delegato Emanuele Facile — tempistiche burocratiche, non c’è ancora traccia nel registro delle imprese della Camera di Commercio di un ufficiale passaggio di quote.

Palermo, l’ad Facile: “Passaggio di proprietà avvenuto”. E sui pagamenti di dicembre…

Nonostante le cospicue perplessità, sembra che un gruppo di imprenditori, dirigenti e professionisti locali abbia deciso di aprire ad una sorta di collaborazione nei confronti della nuova proprietà. Il presidente Clive Richardson, infatti, avrebbe ricevuto una proposta di azionariato popolare da parte di una quarantina di appassionati, interessati a dare il loro sostegno alla squadra e alla società offrendo l’immissione di un milione di euro nel capitale sociale a fronte di azioni di marketing e sponsorizzazioni. Il gruppo si era già fatto vivo qualche anno fa, quando a capo del club di Viale del Fante si trovava ancora il patron Maurizio Zamparini, ma la questione si era conclusa con un nulla di fatto.

Le volontà del gruppo di professionisti interessati sono state chiarite da Alessandro Albanese, vice-presidente di Sicindustria, il quale tuttavia ha specificato che l’associazione degli industriali non è in alcun modo inclusa nell’operazione: “Visto il successo dell’iniziativa proporremo il versamento di due quote diversificate: sostenitore o simpatizzante. Quello che vogliamo dimostrare è la nostra vicinanza alla squadra, non siamo interessati ad azioni finanziarie, ma vogliamo spenderci e impegnarci per aiutare la squadra una volta sbarcata in Serie A. Noi abbiamo manifestato la volontà di partecipare con azioni di marketing. Nel futuro non è detto che non si parli anche di entrare nel capitale sociale, ma al momento non se ne parla perché non abbiamo abbastanza elementi per valutare. Voglio sottolineare infine che l’iniziativa è portata avanti da liberi imprenditori e professionisti. Non c’è alcun coinvolgimento di Sicindustria, nemmeno in termini finanziari. E’ chiaro invece che l’associazione degli industriali, avendo fra gli i soci proprio la società Palermo Calcio, non farà mai mancare il supporto“.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sbt5 - 2 anni fa

    Azionariato popolare è solo per i sognatori. La società è sull orlo del fallimento. Forse è più conducente ripartire con una nuova società dalla serie D.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy