Cessione Palermo, il retroscena: Preziosi e l’appuntamento disdetto per vendere il Genoa, l’offerta da Amandatour…

Cessione Palermo, il retroscena: Preziosi e l’appuntamento disdetto per vendere il Genoa, l’offerta da Amandatour…

Il presidente del club rossoblu, Enrico Preziosi, avrebbe disdetto con una telefonata un appuntamento per vendere il Genoa: il retroscena che coinvolge anche la cessione del Palermo Calcio

Rino Foschi è un signore di 72 anni che sta nel calcio da 40 anni. Perché improvvisamente dovrebbe mettere in giro notizie false?

Con tale questione l’edizione odierna de La Repubblica – Genova introduce un importante retroscena relativo all’interesse dell’attuale patron del Grifone, Enrico Preziosi, nei confronti di un possibile acquisto delle quote societarie del Palermo Calcio. Questa la dichiarazione “incriminata” a tal proposito del presidente rosanero, Rino Foschi, di qualche giorno fa: “Preziosi era fortemente interessato al Palermo. Il Genoa era quasi venduto, la trattativa era molto avanti. Ma poi non ha venduto“.

(Foschi: “Preziosi non è morto, ma non è pronto ad acquistare il Palermo. Inglesi? Ecco perchè mi volevano licenziare…”)

Che Enrico Preziosi fosse molto interessato alla possibilità di acquisire le quote del club di Viale del Fante negli ambienti del calcio sarebbe ormai praticamente risaputo, al punto che il patron rossoblu avrebbe pure contattato alcuni procuratori di diversi calciatori chiedendogli di sospendere il decreto ingiuntivo (spinta decisiva verso il fallimento dei rosanero) nei confronti della società siciliana poiché lui stesso sarebbe stato pronto a subentrare e dunque a farsi carico di quelle vecchie pendenze.

(Cessione Palermo, Pasquale Follieri: “Svelo chi c’è alle nostre spalle, Raffaello è uomo tenace. Pronto un assegno per il club rosa se…”)

L’offerta sarebbe provenuta da Amandatour di Salvatore Tuttolomondo: 25 milioni di euro più l’accollo dei debiti (ovviamente ancora da quantificare) della società genoana. Sul proprio sito internet ufficiale, Amandatour, che ha sedi a Milano, Firenze, Roma, Venezia e Los Angeles, si definisce “leader nel settore del turismo di lusso da oltre vent’anni“. E ancora: “il nostro giro di affari supera i 50 milioni di fatturato annuo, veniamo accreditati ai massimi livelli nel panorama dei viaggi di lusso“.

(Pasquale Follieri: “Il Palermo è tra i primi dieci club italiani. Nostro progetto ambizioso, se vogliono vendere…”)

 

 

Di Valerio Cracchiolo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy