Cessione Palermo: Foschi e De Angeli in pressing su Mirri, il futuro del club rosanero…

Cessione Palermo: Foschi e De Angeli in pressing su Mirri, il futuro del club rosanero…

Il 15 marzo scadrà l’opzione d’acquisto delle quote societarie in favore della famiglia Mirri: la situazione

Foschi e De Angeli vorranno avere certezze sulle intenzioni di Mirri già in questa settimana

Si apre così l’edizione odierna de Il Giornale di Sicilia in merito alla situazione riguardante la cessione del club rosanero. L’ultimo termine utile per dare comunicazione dell’intenzione di rilevare le quote societarie scadrà pure il 13 marzo ma parrebbe evidente come chi attualmente si trovi al timone del Palermo Calcio voglia già sapere in anticipo quale sia la prospettiva per la società di Viale del Fante.

(Cessione Palermo, settimana cruciale: Mirri a lavoro, Foschi studia un piano. Se entro il 15 non si raggiunge l’accordo…)

Se è vero, infatti, che Damir (l’azienda della famiglia Mirri) abbia l’esclusiva fino a giorno 15 marzo, è altrettanto vero che il club rosanero non abbia più tanto tempo a disposizione per evitare il crac economico-finanziario, dovendo fare i conti sia con i pagamenti degli stipendi (da effettuare entro il 18 di questo mese, comprensivi di ritenute e contributi) che con i creditori che nei giorni scorsi hanno bussato più volte alle porte del Palermo Calcio. I legali della società siciliana sarebbero riusciti momentaneamente a “sedarli” più o meno tutti, considerando l’alto rischio di vedersi sequestrati quei pochi soldi che sarebbero rimasti in cassa, ma tra un paio di settimane anche loro vorranno avere delle garanzie in merito a tale situazione.

(Cessione Palermo, la carta Macaione e le soluzioni per il futuro: il vero ruolo del banchiere…)

Per questa ragione il presidente Rino Foschi e la proprietaria ed amministratrice delegata Daniela De Angeli, secondo quanto riportato questa mattina dal noto quotidiano regionale, vorrebbero delle certezze immediate per ciò che concerne l’avvenire del club siciliano, anche perché ormai non si può più pensare soltanto al rischio di una penalizzazione in classifica nel torneo di Serie B, dovendo come già detto saldare quanto dovuto a fornitori e procuratori.

(Cessione Palermo, il piano B aspettando Mirri: Macaione il nome nuovo, Preziosi e York Capital…)

I due dirigenti sarebbero costantemente al lavoro e starebbero cercando di mantenere vive possibili piste alternative, nel frattempo però la Covisoc guarderebbe con attenzione a quanto sta accadendo in casa Palermo, attendendo la prossima scadenza in arrivo: “Tra otto giorni sarà necessario capire quale strada intraprendere nel bivio che segnerà il futuro del Palermo e chi oggi ha in mano le quote vuole avere certezze prima del 13 marzo“.

(Cessione Palermo, corsa contro il tempo: Mirri attende le ultime carte. York Capital e Preziosi…)

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alberto-Londra - 6 mesi fa

    E ci credo che sono in pressing…
    Zampa ha dato istruzioni precise.
    VENDETE.
    Il rischio e’ che si capisca quello che e’ avvenuto in questi anni.
    Attenta De Angelis… tu sei quella che e’ sempre rimasta in piedi…nonostante vendite e svendite

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy