Cessione Palermo: alle spalle di Arkus Network c’è Pistilli, i dettagli

Cessione Palermo: alle spalle di Arkus Network c’è Pistilli, i dettagli

L’azionista di maggioranza di Arkus Network non è Walter Tuttolomondo: dietro ai nuovi acquirenti del club rosanero c’è Stefano Pistilli

Arkus Network, la società che ha siglato col Palermo Calcio un accordo preliminare per l’acquisizione delle quote del club, non è controllata da Walter Tuttolomondo.

(Cessione Palermo, sorpasso all’ultima curva: Arkus Network sigla l’accordo per rilevare il club rosanero)

Quest’ultimo, indicato come il nuovo e futuro acquirente della società rosanero, risulterebbe essere infatti presidente del Consiglio di Amministrazione di Arkus Network senza però possedere alcuna partecipazione nella società in questione, il cui azionista di maggioranza risulterebbe invece essere Stefano Pistilli, il quale, nato ad Albano Laziale e residente a Londra, detiene ben l’89,59% delle quote di Arkus tramite la Gepro Investments Partners Limited, una compagnia londinese della quale è entrato a far parte lo scorso 18 ottobre.

(Cessione Palermo, i dubbi di Orlando su Arkus Network: il sindaco contatta Balata)

Pistilli avrebbe inoltre dei legami forti e concreti con l’estrema destra italiana ed europea. L’azionista di riferimento di Arkus Network è infatti indicato come “membro di Forza Nuova” in un comunicato dell’ottobre 2015 di Alliance for Peace and Freedom, associazione politica europea presieduta da Roberto Fiore, all’interno della quale è presente la stessa Forza Nuova.

Documenti alla mano, inoltre, Pistilli risulterebbe essere il segretario generale di Coalition pour la Vie et la Famille, un partito politico con sede in Belgio e sempre collocabile – secondo quanto riferito da Il Giornale di Sicilia – in posizioni di estrema destra, legato anche ai francesi di Civitas. I rapporti tra Pistilli e tali soggetti politici legati alla destra radicale portano al Trust of St. Mark the Evangelist, un istituto sempre con sede a Londra di cui quest’ultimo si sarebbe autodefinito “trustee” (fiduciario) nella pagina del sito web in cui viene esplicitata la missione di questo trust, una pagina che, adesso, non presenta più la sua firma.

(Cessione Palermo, accordo raggiunto con Arkus Network: closing previsto per il 6 maggio, i dettagli)

 

 

Di Valerio Cracchiolo

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. feved - 6 mesi fa

    Se questo criminale è il nuovo proprietario del Palermo, mi spiace, ma la mia amata città, la mia amata squadra avrà perduto un tifoso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-5345498 - 6 mesi fa

    Orrore…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy