Boscaglia: “Società vigile sul mercato, il club sa cosa penso. Promozione? No bandiera bianca, ma…”

Le dichiarazioni live in conferenza stampa del tecnico rosanero, Roberto Boscaglia

Palermo

E’ tutto pronto per Cavese-Palermo.

Dopo la sosta invernale e la breve pausa dalle attività, la compagine rosanero è pronta a tornare in campo per affrontare la Cavese in trasferta. L’impegno, in programma sabato 9 gennaio allo Stadio “Simonetta Lamberti”, metterà di fronte l’ultima della classe – reduce dalla sconfitta rimediata contro la Turris e l’ennesimo cambio in panchina – e il Palermo di Boscaglia decimo in classifica desideroso di cominciare nel migliore dei modi il nuovo anno. Una sfida presentata alla vigilia dal tecnico rosanero, Roberto Boscaglia, intervenuto in conferenza stampa.

“Mercato? Non so se le nostre avversarie si rafforzeranno e a dirla tutta mi interessa davvero poco. Non voglio parlare di mercato, né di quello che ho chiesto, né di quello che non ho chiesto. Credo abbia chiarito tutto il direttore Sagramola. La società sa cosa penso, ci sono alcuni giocatori che devono recuperare del tutto dai problemi legati soprattutto ai postumi del Covid. Ci sono dei calciatori dai quali mi aspetto ancora di più, altri che dobbiamo ancora esplorare. La società sarà comunque vigile e se ci sarà qualcosa da fare anche in prospettiva futura interverrà. Non bisogna andare a sperperare troppo denaro per provare a prendere Ternana e Bari. Mi sembrerebbe un discorso non giusto. Cavese? Ho visto alcune loro partite, hanno alternato partite ottime a partite meno buone. Hanno dei giocatori interessanti. Il vero problema è il cambio di allenatore che ha senza dubbio portato entusiasmo. A noi questo deve interessare poco, credono fortemente nella salvezza e dobbiamo stare attenti. Dovremo avere quel senso del pericolo di cui parlo spesso”.

Chiosa finale sulla promozione: Alzare bandiera bianca? Non dipende da noi, non puoi tu vincere il campionato ma lo devono perdere loro. Io voglio vincere tutte le partite anche se capisco che non sarà semplice, ci sta di lasciare qualche punto per strada. Contro Ternana e Bari giocheremo una sola partita e quindi non dipenderà da noi, ma non esiste alcuna bandiera bianca. C’è una voglia matta di scalare la classifica e di arrivare alle prime posizioni, se accade l’imponderabile dovremo essere lì ma non dipenderà solo da noi”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. sbt5 - 1 settimana fa

    Se devo essere sincero io il fischietto non l ho mai visto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy