Italia-Liechtenstein, Kolvidsson svela: “Tifo Parma da una vita. Azzurri? Tra più forti in assoluto”

Le dichiarazioni del ct del Liechtenstein, Helgi Kolvidsson, in vista della sfida contro l’Italia di Roberto Mancini

Manca sempre meno a Italia-Liechtenstein, seconda gara del Gruppo J valida per le qualificazioni al prossimo campionato Europeo.

Dopo il convincente successo maturato contro la Finlandia alla Dacia Arena, gli azzurri, torneranno in campo per affrontare gli uomini di Helgi Kolvidsson al Tardini. Match particolarmente insidioso per il Liechtenstein reduce, diversamente dalla Nazionale italiana, da una sconfitta per 2-0 contro la Grecia.

Conscio della caratura degli avversari proprio il ct Helgi Kolvidsson, intervenuto alla vigilia della sfida, ha invitato i suoi a non abbassare la guardia.

“L’obiettivo primario è quello di fare dei punti, non importa se facciamo gol o meno. Nella nostra rosa ci sono tanti giovani interessanti, c’è stato un ricambio netto. È un onore per chiunque di noi affrontare una squadra vincente come quella azzurra. Se non batte il cuore ai nostri ragazzi in queste occasioni, quando dovrebbe succedere? Misurarci coi quattro volte campioni del mondo sarà una grande emozione. Io stesso sono un piccolo tifoso dell’Italia, che considero tra le dieci Nazionali più forti in assoluto. Noi invece puntiamo a entrare nella top 100”.

Chiosa poi, a sorpresa, sul Parma: “Ci sono stato cinque volte, l’ultima quando il club era ancora in Serie C. Sono felice che adesso i ducali siano tornati nel massimo campionato, sono un loro tifoso da una vita”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy