Italia, Mancini: “Voglio una mentalità offensiva, necessario dare fiducia ai giovani. Lite Allegri-Adani? Vi dico la mia”

Italia, Mancini: “Voglio una mentalità offensiva, necessario dare fiducia ai giovani. Lite Allegri-Adani? Vi dico la mia”

Le parole del c.t. degli azzurri, Roberto Mancini, in vista dell’Europeo Under-21

Rinnovare la Nazionale.

Prosegue il progetto portato avanti da Roberto Mancini. Il commissario tecnico della Nazionale, che ha deciso di coinvolgere svariati giovani per visionarli insieme al tecnico della Nazionale Under 21 Gigi Di Biagio e a quello dell’Under 20 Paolo Nicolato, ha parlato in conferenza stampa dal ritiro di Coverciano aprendo lo stage del 29 e 30 aprile.

 

“Cerchiamo di portare avanti un pensiero che possa esser condiviso. Riuscire a dare alle squadre una certa mentalità offensiva come stiamo cercando di fare è una cosa positiva. Le Nazionali giovanili stanno migliorando molto, i ragazzi di qualità in Italia si trovano sempre, non sarà mai un grande problema: il problema è quando arrivano in Prima Squadra, dove fanno fatica a giocare.

Tonali? Può giocare il Mondiale U-20, l’Europeo U-21 e in Nazionale A. Vedremo dove potrà essere più utile. Zaniolo e Kean? Nicolò aveva saltato altre convocazioni, Moise c’era già stato. Abbiamo chiamato tanti giovani e volevo rivederlo. Oltre ad alcuni più esperti che non avevamo fatto in tempo a vedere. Io convoco Barella, Donnarumma, Zaniolo, Chiesa, Mancini, Kean e Pellegrini. Poi ci organizzeremo e lo stiamo già facendo”.

Sulla lite Adani-Allegri: “Il problema è che finita la partita, l’allenatore può essere stanco, quindi fa tante interviste. Si è parlato di calcio, mi sembra che abbiano divagato, ci sta dopo la partita. Non è niente di grave. Infine su Balotelli aggiunge – Oltre a far gol e far bene, deve comportarsi bene. Nel comportamento generale deve esserci la correttezza in campo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy