Napoli, il terzo tempo e la rissa sfiorata: De Laurentiis Junior e i due calciatori, pugni sul muro e…

Napoli, il terzo tempo e la rissa sfiorata: De Laurentiis Junior e i due calciatori, pugni sul muro e…

Indiscrezioni choc emergono sul caso Napoli: nella notte di martedì il vicepresidente Edo De Laurentiis avrebbe avuto un’accesa discussione con due giocatori nello spogliatoio

Ulteriori indiscrezioni emergono sul caos Napoli.

I partenopei, dopo il match di Champions League contro il Salisburgo, avrebbero dovuto, come da decisione della società, tornare in ritiro a Castel Volturno, ma ciò non è accaduto. Insigne e compagni, infatti, hanno anticipatamente deciso di disertare il ritiro per tornare a casa, prima di ripartire per gli impegni con le Nazionali. E così hanno fatto. Il tecnico Carlo Ancelotti, nella notte di martedì, si è ritrovato da solo in hotel e, soltanto ieri mattina, i giocatori lo hanno raggiunto autonomamente per la consueta seduta di allenamento. Il club partenopeo, da parte sua, ha annunciato che procederà a tutelare i propri diritti economici, patrimoniali, di immagine e disciplinari in ogni competente sede a seguito di quanto accaduto.

Caos Napoli, tutti contro tutti: i cinque ribelli e la questione Insigne…

In merito agli attimi dopo il termine del match valido per la quarta giornata della fase a gironi della competizione, si sa ancora poco. Né l’allenatore degli azzurri, né alcun membro della dirigenza, si è infatti presentato ai microfoni dei giornalisti del post-gara per spiegare quanto stava accadendo e la società si trova attualmente in silenzio stampa. Tuttavia, l’edizione odierna del Corriere della Sera ha rivelato alcune impressionanti indiscrezioni in merito alla vicenda: “Prima litigano il vicepresidente Edo De Laurentiis e due giocatori, la tensione sale e volano pugni contro il muro. Squadra decisa a tutto pur di non assecondare il patron, lo comunica al figlio ed è quasi una rissa. Battaglia di principio, diranno poi i calciatori. Hanno saputo del ritiro dai media, ascoltato i rimbrotti del presidente attraverso la radio ufficiale del club. C’è dell’altro evidentemente”, scrive il noto quotidiano adducendo a delle scelte della società relative ai contratti dei giocatori che non sembrano averli soddisfatti.

Napoli, Sconcerti e la bufera partenopea: “De Laurentiis vuole le dimissioni di Ancelotti, ecco cosa è successo…”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy