Cittadella-Verona, Aglietti: “Giocati 80 minuti di alto livello, vi spiego cosa ci è mancato. Ritorno? Possiamo ribaltare il risultato”

Cittadella-Verona, Aglietti: “Giocati 80 minuti di alto livello, vi spiego cosa ci è mancato. Ritorno? Possiamo ribaltare il risultato”

Le parole del tecnico degli scaligeri, Alfredo Aglietti, a margine della gara contro la formazione di Roberto Venturato

Il Verona crolla al Tombolato.

Termina con il risultato di 2-0 il derby veneto tra gialloblu e granata, valido per la finale d’andata dei playoff. Match deciso dalla doppietta di Diaw, che che avvicina il Cittadella ad una storica promozione in A. Molto più complicata, invece, la posizione degli scaligeri: costretti, nella gara di ritorno in programma il 2 giugno al Bentegodi, a vincere con due gol di scarto per essere promosso nella massima serie. Un ko commentato ai microfoni della “Rai” dal tecnico del Verona, Alfredo Aglietti.

“I primi 10 minuti sembrava di rivedere la partita persa in campionato e loro sono stati bravi a segnare il gol su cui hanno costruito tutta la partita. Il Verona oggi ha giocato 80 minuti di alto livello, cercando di aggirare la loro difesa con qualità, ci è mancato solo il gol perchè abbiamo colpito due pali e il loro portiere è stato prodigioso. Il risultato si può ribaltare, non è facile avere la meglio sul Cittadella, è una squadra tosta, ma noi abbiamo le nostre chance e il nostro stadio ci spingerà all’impresa. I miei ragazzi avrebbero già voglia di giocare. Spiegare un 2-0 per loro non è semplice. Oggi non è mancato Di Carmine, piuttosto l’apporto delle mezzali e del centrocampo, mancava un giocatore a rimorchio delle azioni offensive, non la presenza o meno di Pazzini”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy