Atletico Madrid-Juventus, Morata: “Vincere qui sarebbe diverso, se segno esulto”

L’ex attaccante bianconero senza pietà nei riguardi della sua ex squadra

Manca davvero poco alla sfida Champions tra l’Atletico Madrid e la Juventus.

Questa sera a partire dalle ore 21,00, al “Wanda Metropolitano“, andrà in scena il match valido per l’andata degli ottavi di finale della massima competizione europea. Un ex della partita è Alvaro Morata che, attraverso le colonne di ‘As’, ha ammesso di voler esultare in casa di realizzazione.

“So che vincere qui la massima competizione europea non è come trionfare in altre squadre. Ma prima serve superare la Juventus, che ha un grande organico. L’unico obiettivo è fare una grande partita ed esprimere un buon gioco, anche al ritorno, perché sappiamo che è quello dei bianconeri è uno stadio complicato. Li conosco, so che non sono stati contenti di averci pescato al sorteggio. Loro sono i favoriti per la vittoria finale. È una responsabilità per la Juve, ma noi siamo consapevoli di chi siamo. Bonucci ha detto che mi darà un calcio in campo? Sarebbe una cosa buona per me, vorrà dire che giocherò. Non ho mai avuto problemi con Cristiano Ronaldo. Forse abbiamo idee differenti su alcuni aspetti, ma è una brava persona. Parlavamo anche di aspetti extracalcistici a Madrid, di famiglia e di altro. La prima rete con i colchoneros non potrei non festeggiarla. Soprattutto stasera in casa, al Wanda Metropolitano. Il discorso credo sarebbe diverso a Torino, lì forse non esulterei per rispetto dei tifosi. La Juventus è la mia squadra in Italia e voglio che vincano sempre, tranne quando incontrano l’Atletico Madrid”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy