Chelsea, Sacchi elogia Sarri: “Un vincitorore anche senza l’Europa League. Futuro? Non sono sicuro che rimarrà a Londra”

Chelsea, Sacchi elogia Sarri: “Un vincitorore anche senza l’Europa League. Futuro? Non sono sicuro che rimarrà a Londra”

Le parole del tecnico ex Juventus, Arrigo Sacchi, a pochi giorni dalla vittoria del Chelsea nella finale di Baku

I blues battono l’Arsenal e si aggiudicato l’edizione 2018/19 di Europa League.

Dopo una stagione ricca di alti e bassi, il Chelsea torna a sorridere: allo stadio Olimpico di Baku, la formazione di Maurizio Sarri travolge per 4-1 i Gunners grazie alle reti di Giroud, Pedro e Hazard, divenendo così campione d’Europa. Si tratta del primo trofeo internazionale per il tecnico ex Napoli, approdato sulla panchina della formazione londinese appena un anno fa. Una vera e propria impresa commentata da varie figure del mondo del calcio: una su tutti Arrigo Sacchi, espressosi sul futuro dell’allenatore del Chelsea nel suo editoriale su “La Gazzetta dello Sport”.

“Maurizio Sarri era già un vincitore pur senza aver mai vinto Coppe e campionati di Serie A. Era un vincitore morale per la qualità e la bellezza del gioco che le sue squadre esprimevano a prescindere dal valore tecnico dei giocatori. Mercoledì sera ha accontentato anche i critici cultori del «vincere» battendo 4-1 il forte Arsenal e diventando fra l’altro il primo tecnico italiano a guadagnarsi l’Europa League. Ma era già straordinario, in passato, vedere le sue squadre giocare bene e divertire. ll suo Napoli, poi, è stato l’unico argine credibile allo strapotere juventino, pur non potendo competere per storia, organizzazione societaria, fatturati e organico: ed è da ricordare anche la cessione di Higuain (36 reti in un campionato) proprio alla Juve. Ma la squadra possedeva un gioco, uno stile e un’armonia che incantavano per la bellezza ed esaltavano i giocatori, facendo innamorare i tifosi napoletani e non solo. Ecco perché Maurizio Sarri era già un vincitore: regalava emozioni, idee, coraggio, armonia e un gioco scintillante. Un vero spettacolo! Non so se rimarrà a Londra, di sicuro ha dimostrato il suo valore in situazioni parecchio complicate. In bocca al lupo per un futuro sempre migliore”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy