Bulgaria-Inghilterra, Sterling snobba i razzisti: “6-0 e si torna a casa, peccato che certi tifosi bulgari siano idioti!”

Bulgaria-Inghilterra, Sterling snobba i razzisti: “6-0 e si torna a casa, peccato che certi tifosi bulgari siano idioti!”

L’attaccante inglese in forza al Manchester City ha subito la viltà di una parte dei tifosi bulgari che lo hanno insultato con ignobili cori razzisti nel corso dell’intera gara

Serata da dimenticare per l’Inghilterra e per Raheem Sterling.

Il netto 6-0 ottenuto dalla Nazionale dei Tre Leoni sul campo della Bulgaria con la qualificazione a Euro 2020 in tasca, ha lasciato l’amaro in bocca per gli episodi verificatesi nella serata di Sofia. Il match è stato sospeso svariate volte a causa di cori razzisti indirizzati a Raheem Sterling alimentati per di più da saluti fascisti e gesti che non dovrebbero più neanche essere pensati. Quella del razzismo nel calcio, e non solo, è una piaga che negli ultimi tempi si sta registrando sempre in maggior misura sui campi di tutta Europa. A farne le spese in questo caso è stato il giovane attaccante del Manchester City che è stato più volte insultato a causa del colore della sua pelle, un atto indegno da parte dei soliti idioti che presenziano allo stadio. L’esterno offensivo britannico, nonostante i continui attacchi, ha messo a segno una doppietta e consegnato ai suoi un’importante successo. Al termine della gara poi, attraverso il proprio profilo twitter, ha risposto a quei vili che durante il match lo hanno tartassato con insulti gratuiti che hanno leso la propria dignità di uomo.

 “Mi dispiace che la Bulgaria sia rappresentata da certi idioti allo stadio. Comunque, 6-0 e ce ne torniamo a casa: almeno abbiamo fatto il nostro lavoro. Buon ritorno ai nostri tifosi: siete stati grandi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy