Caso Diakhaby, interviene la Liga: “Nessun episodio razzista”

LaLiga interviene e prende posizione dopo il presunto episodio di razzismo verificatosi durante Valencia-Cadice

diakhaby

Continua a tenere banco il caso Diakhaby-Cala in Liga.

Qualche giorno fa, la notizia ha fatto il giro del web: durante la sfida tra Cadice e Valencia, il difensore della squadra ospite Diakhaby, ha denunciato delle presunte offese di razzismo che sarebbero state mosse dal calciatore Juan Cala. Un’accusa pesantissima che ha fatto a lungo discutere non solo entro i confini spagnoli. Ad intervenire facendo chiarezza sull’accaduto anche la Liga, attraverso un comunicato ufficiale: 

“LaLiga ha comunicato ai club coinvolti e alle autorità competenti il ​​risultato delle indagini svolte per risolvere quanto accaduto nell’ultima giornata tra i giocatori di Cádiz CF e Valencia CF.

Dopo l’analisi degli elementi, si conclude che non è stata trovata alcuna prova in nessuno dei supporti disponibili a LaLiga che il giocatore Juan Torres Ruiz (Juan Cala) abbia insultato Mouctar Diakhaby nei termini denunciati.

Nello specifico sono stati esaminati i file audiovisivi e digitali disponibili, sono stati analizzati gli audio dell’incontro, le immagini trasmesse e quanto diffuso sui diversi social network.
A completamento del report, è stata assunta una società specializzata, che ha svolto un’analisi labiale delle conversazioni e uno studio del comportamento dei giocatori Juan Torres Ruiz e Mouctar Diakhaby.

LaLiga ha condiviso questi rapporti con i club coinvolti e le autorità competenti, in modo che facciano parte dei file attualmente in corso.
LaLiga ribadisce la sua condanna contro il razzismo in tutte le sue forme e mantiene il suo impegno a lottare in modo permanente contro qualsiasi tipo di manifestazione al riguardo, che si è concretizzata nella presentazione di numerose denunce di crimini d’odio, anche come accusa privata, in procedimenti precedenti.

LaLiga e tutti i club continueranno a lavorare a tutti i livelli e con tutti gli organi rappresentativi del nostro sport per fare tutto il necessario per proteggere i valori di uguaglianza e rispetto che prevalgono nella nostra competizione di calcio professionistico spagnolo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy