Zamparini: “Sono molto stanco, vi dico qual è stato il mio errore”. E sulle accuse di riciclaggio…

Zamparini: “Sono molto stanco, vi dico qual è stato il mio errore”. E sulle accuse di riciclaggio…

Le dichiarazioni live di Maurizio Zamparini durante la conferenza stampa di presentazione della nuova società che ha acquistato il Palermo Calcio

Ieri sera l’annuncio: ad acquistare il 100% delle azioni del Palermo Calcio è stata la “Futures Sports&Entertaiment“.

A comunicarlo poco prima delle ore 20 è stato il Ceo della società britannica, Clive Richardson, nuovo proprietario del club di viale del Fante, atterrato questa mattina in città in compagnia dell’ormai ex numero uno del Palermo Maurizio Zamparini, di David Platt (ex giocatore di Sampdoria e Juventus, membro con ogni probabilità di un comitato di consiglieri) e dell’advisor dell’operazione Maurizio Belli.

L’ex patron rosanero, intervenuto durante la conferenza stampa di presentazione, ha commentato il suo addio al club di Viale del Fante:
Se io fossi rimasto a Palermo come imprenditore non saremmo neanche andati in Serie B, il mio errore è stato sbagliare i dirigenti sportivi. Io lascio il Palermo, sono molto stanco. Mi hanno dipinto per quello che non sono. Io sono una persona perbene e profondamente onesta. Posso fare errori come facciamo tutti. L’altro giorno ho detto al mio figlio più piccolo che ha 20 anni che gli errori servono per appendere la verità. Zamparini non ha mai riciclaggio, fatture false o quant’altro. A me in Europa nessuna banca mi apre un conto corrente. Quando dicevo che ero in contatto con persone che volevano acquistare il Palermo non dicevo bugie. Oggi ero a sferracavallo e mi hanno fermato 50 persone che mi hanno detto che mi volevano bene. Loro (gli acquirenti) sono venuto qui con credibilità. Belli ha una grande società che esiste da anni. Io non vi ho mai detto bugie“.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy