VIDEO Inter-Sampdoria, Spalletti sul caso Icardi: “Ora parlo io, ecco la verità sulla nostra decisione…”

È guerra fredda tra Mauro Icardi e il club nerazzurro: alla vigilia di Inter-Sampdoria, Luciano Spalletti, spiega i motivi che hanno spinto la società a degradare Maurito

La situazione contrattuale di Mauro Icardi continua a tenere in banco in casa Inter.

Wanda Nara è da tempo in trattativa con il club nerazzurro, in un continuo braccio di ferro per ottenere l’accordo sulle cifre richieste. I contatti tra le parti, anche se fugaci e non certo risolutivi, sono iniziati già da parecchie settimane. Ma non si è ancora entrati nella fase concreta della trattativa, che sembra essere più complicata del previsto. La fumata bianca, dunque, appare ancora lontana. Nonostante i segnali di pace tra Beppe Marotta e la show girl argentina, che più volte ha tranquillizzato i tifosi nerazzurri sulla riuscita dell’operazione, e dunque, sulla permanenza a Milano del giovane attaccante, la stessa, che sembra non avere alcuna intenzione di cedere finché non riuscirà a ottenere le cifre che vuole, è pronta a congedare la sua strategia, aspettando fino a fine stagione e il periodo in cui sarà possibile acquistare Maurito per 110 milioni prima di approfondire il discorso.

Calciomercato Inter, il rinnovo di Icardi: Wanda Nara e la sua strategia. Marotta…

Nel frattempo l’Inter ha deciso di togliere la fascia da capitano a Icardi. Il club nerazzurro, infatti, attraverso una nota apparsa sul proprio profilo twitter, ha comunicato che l’eredità dell’attaccante argentino è stata presa da Samir Handanovic. Dunque, la crisi di Icardi, che si è dichiarato infortunato malgrado il problema al ginocchio non sembri così grave da impedirgli di scendere in campo, è ormai chiara a tutti: a dimostrarlo anche il suo lungo digiuno, non segna, infatti, in Serie A da sette giornate. Un record assolutamente negativo per lui.

Serie A, Inter: il club nerazzurro toglie la fascia di capitano a Icardi, ecco chi sarà il suo erede…

Alla vigilia di Inter-Sampdoria, Spalletti, intervenuto in conferenza stampa, è tornato a parlare del caso Icardi, spiegando le motivazioni che hanno spinto il club nerazzurro a degradare l’attaccante argentino: “La decisione non è contro Mauro, ma per il bene dell’Inter”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy