Autobomba in Turchia dopo Besiktas-Bursaspor, i morti sono 38. Il video dell’esplosione

Nella notte è continuato a salire il numero delle vittime. La Turchia piange 38 morti: la causa l’esplosione di una autobomba avvenuta nei pressi della Vodafone Arena, dove si era disputato il match tra il Besiktas e il Bursaspor.

Commenta per primo!

Il risultato ottenuto sul campo dal Besiktas termina in secondo piano. Che la squadra di Gunes abbia battuto per 2-1 il Bursaspor nell’anticipo della 14esima giornata di campionato c’entra poco, purtroppo, in questa occasione.

A catalizzare l’attenzione è, invece, la doppia esplosione avvenuta circa due ore dopo la fine della partita: nei pressi della Vodafone Arena un kamikaze si è fatto esplodere provocando decine di morti. Ieri sera si contavano 18 vittime, ma nella notte il numero dei morti è salito fino a 38. La speranza è che sia un dato definitivo: tra le vittime diversi poliziotti e forze dell’ordine presenti all’uscita dello stadio per le consuete manovre di ordine pubblico.

Solidarietà da parte di tutto il mondo calcistico e non: la Turchia sconvolta ancora da una grave tragedia.

Non è da sottovalutare la circostanza che il Besiktas sia la squadra del presidente Erdogan (che in questi giorni sta vagliando una serie di riforme costituzionali che trasformeranno la Turchia in una repubblica presidenziale) e che invece il Bursaspor sia un club vicino agli ambienti islamici.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy