Genoa-Verona, Pecchia: “Meritavamo un risultato positivo, pagato l’inesperienza. La classifica…”

Genoa-Verona, Pecchia: “Meritavamo un risultato positivo, pagato l’inesperienza. La classifica…”

Le parole del tecnico del Verona al termine del match contro il Genoa

Hellas sempre più vicina alla Serie B: un’altra sconfitta del Verona, ancora senza la matematica conferma della retrocessione ma sempre più relegata ai bassi fondi della classifica.

La compagine di Fabio Pecchia si piega tra le mura amiche del Genoa nel posticipo del lunedì sera della trentaquattresima giornata del campionato di Serie A: tre sono i gol messi a segno dai rossoblù, mentre la rete di Rómulo dagli undici metri non basta a rimettere in carreggiata i veneti, che vedono quasi definitivamente sfumare le speranze di salvezza.

Di seguito le dichiarazioni rilasciate dal tecnico del Verona ai microfoni di Sky Sport al termine del match.

Siamo ancora vivi, chiaramente il percorso è complicato ma anche oggi fino alla fine abbiamo avuto la voglia di portare a casa il risultato, non ci siamo riusciti ma io ritengo che lo avremmo meritato. Si fa fatica ad avere entusiasmo ma dobbiamo pensare alla prossima gara ed avere le energie, il carattere, le forze e la professionalità per pensare a vincere, poi vedremo cosa succede. La mancanza di una prima punta? Kean era il nostro capocannoniere, nonostante la sua giovane età aveva dato la dimostrazione di poter dare un grande contributo e perderlo per tre mesi non è stato semplice, abbiamo fatto risultato anche senza di lui però alla lunga abbiamo pagato la sua assenza. Oggi abbiamo creato tanto e avremmo meritato un risultato positivo, non ci siamo riusciti ma mi fa piacere che gli attaccanti sbaglino lì davanti perché l’importante è che si trovino, se si continua su questa strada alla fine il gol lo trovano. Non voglio parlare della qualità dei miei giocatori o confrontarli con altri, ho sempre avuto fiducia in questo gruppo ma è evidente che abbiamo più volte pagato la nostra giovane età, anche oggi potevamo gestire meglio alcune situazioni e questo fa parte del mestiere che in tanti dei miei non c’è. Sono contento perché nonostante la difficoltà abbiamo sempre trovato la forza di reagire. La classifica non sarebbe cambiata per un punto, ma io credo che per la prestazione la squadra avrebbe meritato qualcosa di diverso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per mediagol // fine configurazione per mediagol