Udinese, Iachini: “De Paul mi ricorda Franco Vazquez. Milan? Giocata partita perfetta”

Udinese, Iachini: “De Paul mi ricorda Franco Vazquez. Milan? Giocata partita perfetta”

Le dichiarazioni del tecnico dell’Udinese dopo la gara giocata e vinta a San Siro contro il Milan.

Commenta per primo!

Una vittoria maturata, quasi in extremis, nella terza giornata del campionato di Serie A.

L’Udinese di Beppe Iachini è riuscita ad espugnare San Siro, battendo domenica pomeriggio il Milan grazie alla rete di Stipe Perica. Intervenuto ai microfoni di Tuttomercatoweb, l’ex tecnico del Palermo ha commentato la prestazione offerta dalla sua squadra.

“Quando giochi contro le grandi squadre devi fare una partita perfetta sul piano dell’organizzazione. Dovevamo fare una partita da squadra organizzata e compatta, senza però rinunciare a voler andare a fare gol: abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio, la conclusione finale, ma nel secondo tempo abbiamo continuato a credere nella possibilità di poter fare gol e ci siamo riusciti nel finale – ha dichiarato il mister marchigiano -. Il ko contro la Roma? Eravamo un cantiere aperto, in lavorazione. C’era bisogno di lavorare e conoscerci, l’inizio non è stato facile perché nell’ambiente le ultime stagioni avevano lasciato un po’ di amarezza. Dovevamo essere tutti concentrati affinché il lavoro quotidiano e l’organizzazione di gioco ci si riconoscesse per cambiare. Mi fa piacere che si sia creato un bel rapporto tra squadra e tifosi: sono contento per i miei giocatori, dobbiamo continuare a lavorare e fare risultati”.

Sul Milan – “Io bestia nera del Milan? Il Milan rimane il Milan. Una squadra difficile da battere. Ha tradizione, storia, blasone. Per fare risultato su questi campi devi fare la partita perfetta e lunedì l’Udinese l’ha fatta. Che Milan ho visto? Una squadra organizzata. Si vede che ci sono delle idee precise, la squadra è difficile da affrontare. Se non sei compatto, corto, intenso e con la mentalità giusta di ripartire per farli allungare fai fatica. In questo Milan c’è la mano di Montella, alla lunga si toglierà soddisfazioni”.

Su De Paul – “In lui intravedevo delle caratteristiche alla Vazquez, ho cercato di ritagliargli un ruolo da trequartista. Ha margini di crescita, deve essere più determinato e dovremo lavorare su queste situazioni. Ha le qualità per fare bene. Giocatori come Di Natale ne nascono uno ogni chissà quanti anni. Uno come Di Natale ti cambia la classifica, quello che ha fatto a Udine è nella storia. La maglia è una cosa formale, non c’entra nulla con Di Natale anche se tra i nostri giovani c’è la speranza che possa saltare fuori uno come lui”, ha concluso Iachini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy