Trapani, Cosmi e la ricetta perfetta: “Cuore, generosità e calore dei tifosi per vivere una giornata indimenticabile”

Trapani, Cosmi e la ricetta perfetta: “Cuore, generosità e calore dei tifosi per vivere una giornata indimenticabile”

Le parole del tecnico granata Serse Cosmi alla vigilia dell’importante match di ritorno contro lo Spezia, gara valevole per le semifinali playoff di B.

Commenta per primo!

Andrà in scena domani sera, alle ore 20.30, il match di ritorno valevole per le semifinali playoff di B tra Trapani e Spezia.

Avanti nei pronostici grazie al miglior posizionamento in classifica e al risultato ottenuto al “Picco” di La Spezia, Serse Cosmi non si sbilancia e resta con i piedi per terra: “Sono partite dove si chiacchiera molto prima di quello che potrebbe essere determinante, tante cose che poi in campo non vanno. Il giusto timore porta ad essere concentrati. La partita dell’andata è archiviata– ha dichiarato il tecnico granata in conferenza stampa-  quella di domani sarà ricca di emozioni. Rigore di La Spezia? Non voglio parlare della scelta fatta dall’arbitro, nel calcio può succedere e contano solo i risultati. L’importante è il risultato finale, non come è maturato questo: ripartiamo dall’1-0 fuori casa. Giocheremo per qualificarci, così come lo farà anche lo Spezia. Petkovic? Ogni squadra ha i suoi problemi, nelle fasi finali però è fondamentale la fortuna e avere i giocatori al massimo della forma fisica. Dobbiamo essere in grado, nel caso in cui dovesse succedere, di superare le assenze di giocatori”.

La ricetta perfetta: sacrificio e calore dei tifosi- “Non mi è mai piaciuto fare gli appelli al pubblico, faccio fatica a farlo oggi. Abbiamo respirato ogni momento, la passione e la voglia dei tifosi, la loro civiltà. Vorrei domani che il pubblico fosse più caloroso rispetto alle partite già giocate, ma soprattutto civile. Ogni loro respiro ci aiuterà nei momenti di difficoltà. Vogliamo fargli vivere una giornata indimenticabileNello Spezia ci sono giocatori esperti, in ogni momento potrebbero trovare la via del gol come possiamo farlo anche noi. Chi segna prima avrà vantaggio morale, ma la partita si gioca per 90’. Non voglio che la squadra sia condizionata, i ragazzi devono essere liberi di giocare. Ci vuole tanto cuore e tanta generosità”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy