Trapani, Calori si presenta: “Non faccio promesse, ma darò il massimo per salvare questa squadra”

Trapani, Calori si presenta: “Non faccio promesse, ma darò il massimo per salvare questa squadra”

La conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico del Trapani, Alessandro Calori.

Commenta per primo!

Giornata importante in casa Trapani.

Questa mattina l’ufficialità: è Alessandro Calori il nuovo tecnico del Trapani. Presentato presso la sala stampa dello stadio Provinciale dal patron, Vittorio Morace, il mister originario di Arezzo ha spiegato i motivi che lo hanno indotto ad accettare di allenare i granata dopo l’addio di Serse Cosmi.

“Ho seguito le vicende del Trapani, che mi hanno incuriosito per gli importanti risultati raggiunti. Nella mia carriera ho avuto tanti presidenti, ma qui ho visto un presidente dagli antichi valori, quegli stessi valori che deve tornare ad avere il Trapani per salvarsi. Questa è una grande impresa, ma dobbiamo farcela e ce la metteremo tutta, ma dobbiamo farlo tutti insieme. Non sono uno di quelli che fa promesse, a me piace lavorare sul campo, portare il mio modo di giocare, poi se ci sarà da far qualcosa penso che la proprietà sarà vicina – ha dichiarato Calori -. Quello che posso promettere è di prenderla come una sfida personale, col direttore vogliamo rappresentare questo presidente dando il massimo. Non ci sono molte altre cose da aggiungere, bisogna fare. Ed è questo quello che dirò ai ragazzi: lunedì ci parleremo, ci guarderemo in faccia e troveremo la strada per iniziare il nostro percorso. Ho fiducia, ho voglia, è una sfida che mi piace. Spero di riuscire a raggiungere quello che tutti vogliamo. Penso anche un’altra cosa: quello che è stato fatto negli anni scorsi forse è stato inaspettato ed un po’ a tutti forse è rimasta questa idea, però bisogna guardare alla realtà delle cose e bisogna vivere l’oggi, non quello che era ieri. E oggi c’è un Trapani che è in difficoltà e va risollevato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy