Tuttosport: “Defrel al Palermo libera Belotti. Torino all’assalto, ma Zamparini è irremovibile. La situazione”

Tuttosport: “Defrel al Palermo libera Belotti. Torino all’assalto, ma Zamparini è irremovibile. La situazione”

Notizia di ieri è l’accordo trovato tra Palermo e Cesena per il trasferimento di Gregoire Defrel alla corte di Beppe Iachini. Per la fumata bianca adesso si attende l’ok dell’attaccante.

Commenta per primo!

Notizia di ieri è l’accordo trovato tra Palermo e Cesena per il trasferimento di Gregoire Defrel alla corte di Beppe Iachini. Per la fumata bianca adesso si attende l’ok dell’attaccante francese, uno dei maggiori protagonisti di questa fase di mercato. Lavorando sottotraccia – infatti – Maurizio Zamparini ha bruciato ben quattro club di Serie. Torino, Bologna, Sampdoria e Fiorentina. Dunque, salvo ripensamenti dell’ultima ora, Defrel sarà tra pochi giorni ufficialmente un nuovo giocatore del Palermo. E – secondo l’edizione odierna di Tuttosport – il suo arrivo potrebbe spingere Andrea Belotti a chiedere la cessione. A studiare gli sviluppi della vicenda, il Torino di Urbano Cairo.

“I rosanero non sono intenzionati a fermarsi al giocatore in uscita dal Cesena. Zamparini non molla l’idea di prendere Jonathan Calleri e punta pure un altro attaccante: si tratta di Sergio Araujo, argentino del Las Palmas. Insomma le manovre del Palermo spingono in una direzione: la presenza di tanta concorrenza, condizione che porta Belotti a valutare quale posizione assumere tra il restare in rosanero oppure trovare una soluzione diversa – si legge -. E in quel caso allora il Torino sarebbe in pole position: Ventura ha indicato proprio in Belotti il rinforzo ideale per l’attacco. Il Torino è arrivato ad offrire fino a 7 milioni per il gioiellino, ma Zamparini è apparso irremovibile. […] Ma la volontà del calciatore e l’insistenza di Cairo possono smuovere anche il cemento armato del patron rosanero. Serve un’offerta più alta da parte del club granata per mettere il Palermo nelle condizioni di volersi sedere al tavolo per trattare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy