Torino, ufficiale: arriva Panagiotis Tachtsidis dal Genoa

La società granata ufficializza l’arrivo del talentuoso regista greco.

Commenta per primo!

Panagiotis Tachtsidis è un nuovo calciatore del Torino.

A darne notizia è stata la stessa società granata, tramite un comunicato apparso sul proprio sito ufficiale.

Di seguito, la nota diramata dal club piemontese.

Il Torino Football Club è lieto di comunicare di aver acquisito a titolo definitivo dal Genoa CFC il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Panagiotis Tachtsidis.

 

Tachtsidis è nato il 15 febbraio 1991 a Nauplia, in Grecia. Cresciuto nelle giovanili dell’AEK Atene, con i greci ha debuttato nella massima serie ellenica. In Serie A ha vestito le maglie di Roma (con cui esordisce il 2 settembre 2012), Catania, Torino, Verona e Genoa. Vanta anche 17 presenze e 1 gol con la nazionale greca.

 

Il saluto del direttore sportivo Petrachi: “Tachtsidis era un nostro obiettivo già nella scorsa sessione di mercato invernale, lo è diventato a maggior ragione adesso che ci schieriamo in campo con il 4-3-3, il sistema di gioco a lui più congeniale. Com’è nostra abitudine abbiamo lavorato a fari spenti, aspettando il momento giusto per chiudere l’operazione. La scelta è ricaduta su di lui per una serie di ragioni: intanto ha già conosciuto l’ambiente Toro, due anni fa, facendosi anche apprezzare umanamente dai compagni, per cui il suo inserimento sarà immediato. Ha personalità, sa gestire i tempi di gioco e sa far correre velocemente il pallone, ed è altrettanto affidabile nella fase difensiva. Essendo dotato di imponente struttura come valore aggiunto apporta alla squadra centimetri e forza fisica, qualità importanti per la nostra mediana nel gioco aereo e nell’interdizione. Lo accompagnano grandi motivazioni e la necessaria ambizione, perciò sono contento – a nome di tutta la Società – di dire a Panagiotis: bentornato al Toro!“.
 
 
Le prime parole di Tachtsidis: “Volevo rimettermi in discussione, tornare a essere protagonista, quindi appena ho saputo dell’interessamento del Torino ho sperato che l’operazione si chiudesse il più velocemente possibile. Perché al Toro ci sono già stato e ho ottimi ricordi. Perché nello spogliatoio ho lasciato tanti amici, e questo è molto importante in una squadra. Perché la piazza è una delle più prestigiose d’Italia e il club  è ben organizzato. E poi perché il Toro ha lanciato molti talenti, negli ultimi anni. Ringrazio il Presidente Cairo e il direttore Petrachi, ho percepito la stima e la fiducia che hanno in me e questo per me è importantissimo. Un saluto a tutti i tifosi del Toro”.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy