Torino, Iago: “Io, la sinistra e la concorrenza con Bale”

Torino, Iago: “Io, la sinistra e la concorrenza con Bale”

L’esterno offensivo del Torino si apre, raccontando un lato diverso di se.

Commenta per primo!

“Mio padre è un professore di matematica, mia madre una politica, ex senatrice. Lei avrebbe voluto facessi tutt’altro, il calciatore era l’ultimo mestiere che voleva facessi”.

Così Iago Falque, esterno offensivo del Torino, apre la propria intervista a La Repubblica. Il prodotto della Masia del Barcellona, ha raccontato parecchi aneddoti mai sviscerati nel corso degli anni, aprendosi e svelando tanti risvolti creatisi nel corso della propria carriera. “Da mia mamma ho ricevuto gli ideali della sinistra, i quali mi hanno spinto a pormi quesiti, leggendo molto e non rifiutando mai il contatto con la gente. Lo stereotipo del calciatore spendaccione? Vero è che molti contribuiscono ad alimentarlo con molte ostentazioni, come altrettanto vero è quanto il possedere molti averi porti a spenderli senza alcun contegno. Non è comunque questo il mio caso. Il Toro?  Un progetto ambizioso. In passato presi scelte sbagliate: andai al Tottenham soltanto per solti, non capendo che con Bale non avrei mai visto il campo. Qui invece, Cairo, Petrachi e Mihajlovic mi hanno fatto capire quanto gli servissi, nel mio ruolo naturale, ed è questo che un calciatore dovrebbe andare a cercare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy