Torino, Belotti: premio alla lealtà e simpatia sportiva, vince il Gallo. C’è il voto della D’Amico

Torino, Belotti: premio alla lealtà e simpatia sportiva, vince il Gallo. C’è il voto della D’Amico

Il centravanti del Torino si aggiudica la quindicesima edizione del Premio Nazionale Giuseppe Prisco: premio alla lealtà, alla correttezza e alla simpatia sportiva.

1 Commento

Segna, si diverte e fa divertire. Anche se il suo Torino fa tanta fatica a vincere (escludere il caso della partita contro il Palermo, non fa testo), Andrea Belotti è certamente da considerare l’attaccante italiano più forte del momento.

Premi su premi per il centravanti ex Palermo, su cui nella giornata di ieri ha fatto chiarezza una volta e per tutte Beppe Iachini, tecnico dei rosanero all’epoca della cessione per circa 8 milioni ai granata.

Iachini: “Zamparini vendette Belotti e io non mi presentai all’allenamento”

Oggi Belotti – che in questo periodo si trova con la Nazionale di Ventura per preparare la sfida di venerdì sera contro l’Albania, si giocherà al Renzo Barbera di Palermo – è stato decretato quale vincitore della XV edizione del Premio Nazionale “Giuseppe Prisco alla lealtà, alla correttezza e alla simpatia sportiva.

Lo ha stabilito la giuria, presieduta da Sergio Zavoli e composta da Italo Cucci, Gianni Mura, Gian Paolo Ormezzano, Marco Civoli, Franco Zappacosta, Ilaria D’Amico e coordinata da Marcello Zaccagnini, presidente del Comitato organizzatore.

La cerimonia di premiazione si svolgerà lunedì 22 maggio a Chieti e sarà condotta da Stanislao Liberatore.

Sempre più uomo copertina, dunque, Andrea Belotti.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Vincenzo Sparacino - 3 mesi fa

    Complimenti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy