Torino, Belotti: “Bocciatura all’Atalanta mi ha fatto male, ai più giovani dico di non mollare mai”

Torino, Belotti: “Bocciatura all’Atalanta mi ha fatto male, ai più giovani dico di non mollare mai”

L’ex attaccante del Palermo analizza i momenti importanti della sua carriera da calciatore.

Commenta per primo!

Giovane e deciso, a suon di gol sta conquistando la Serie A e la Nazionale maggiore.

Soli 23 anni, ma grinta  e cuore da vendere per Andrea Belotti, cresciuto tra le fila dell’Albinoleffe e consacratosi a Torino dopo essere passato dal Palermo, prima esperienza che conta tra cadetteria ed A. Intervistato dal giornale piemontese “Sprint e Sport”, il Gallo è tornato su uno dei momenti “neri” della sua carriera, quel provino nel quale è risultato bocciato con l’Atalanta: “L’essere scartato dall’Atalanta mi ha fatto male, ovviamente. Per fortuna poi è arrivato l’Albinoleffe: da allora mi sono sempre concentrato nel dare il meglio. Un mio mister mi disse di non mollare mai, perché avevo le qualità per emergere: preziose parole che non ho mai dimenticato. E’ il consiglio che ripeterei a tutti i ragazzi che cominciano a giocare. Il gol più importante? Ognuno è il più importante della mia vita. Quel che mi interessa è segnarne tanti per aiutare la mia squadra e per la mia crescita professionale”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy