Esclusiva Mediagol: Belotti morde il freno, anticipa il ritorno al lavoro. Domenica sarà a Bad. Rebus futuro, dietrofront di Zamparini, tentazione Torino

Esclusiva Mediagol: Belotti morde il freno, anticipa il ritorno al lavoro. Domenica sarà a Bad. Rebus futuro, dietrofront di Zamparini, tentazione Torino

Giunto a Palermo su felice intuizione dell’allora responsabile dell’area tecnica Giorgio Perinetti, Andrea Belotti è unanimamente reputato dagli addetti ai lavori uno dei terminali offensivi.

Commenta per primo!

Giunto a Palermo su felice intuizione dell’allora responsabile dell’area tecnica Giorgio Perinetti, Andrea Belotti è unanimamente reputato dagli addetti ai lavori uno dei terminali offensivi più promettenti dell’intero panorama calcistico nazionale. Impatto prorompente e dieci reti messe a segno nella sua prima stagione in rosanero, quella della cavalcata trionfale che riportò immediatamente il Palermo nella massima serie. Esplosività, progressione, forza e risolutezza nei sedici metri. Il bisontino di Calcinate impressionò fin da subito, incarnando le doti del centravanti vecchio stampo, goleador di razza rapace e senza fronzoli. Alla prova della massima serie Belotti si è dovuto scontrare con l’esplosione del duo Vazquez-Dybala ,divenuto ben presto fulcro del Palermo di Iachini a suon di giocate, magie assortite e gol  d’autore. Rare presenze dal primo minuto, tante panchine e molti scampoli di gara, spesso decisivi per l’attaccante ex Albinoleffe. Sei gol all’attivo e la sensazione tangibile di essere chiuso dal binomio sudamericano, che coniugava tecnica, dinamismo e fantasia assumendo un peso specifico fondamentale, non solo in fase di rifinitura e finalizzazione, nell’intero  sviluppo dell’impianto di gioco di Iachini. Il refrain era sempre il medesimo: con l’inevitabile partenza di Dybala, il Palermo punterà tutto su Belotti. Nonostante in seno al club rosanero sussistesse qualche perplessità sull’affinità calcistica tra il gallo ed il Mudo. Perplessità palesate dalla ricerca insistente sul mercato di un attaccante sudamericano da affiancare a Vazquez, con il pressing intenso sul puntero del Boca Calleri, contestualmente alle piste alternative Carrillo, Simeone e Gustavo Bou, che non ha fin qui sortito i frutti sperati. Secondo indiscrezioni raccolte dalla redazione di Mediagol.it, in un primo momento il patron Zamparini avrebbe contemplato l’ipotesi di cederlo per un anno con la formula del prestito oneroso con il diritto di riscatto fissato intorno a sei milioni, per testarne i progressi in un club in cui avrebbe avuto la possibilità di giocare con maggiore continuità. Le numerose pretendenti ad acquisire le prestazioni del bomber under 21, ed il buon Europeo disputato dal gallo proprio con la maglia azzurra hanno indotto il patron rosa a ripensarci. Oggi Zamparini dichiara Belotti incedibile. Al contempo però, i riflettori di Torino, Atalanta e Sassuolo si sono fortemente accesi sul giovane attaccante bergamasco.

In particolare il club granata avrebbe mosso passi molto concreti con l’entourage del calciatore, proponendo un lauto contratto quinquennale e fornendo promettenti garanzie in termini di impiego. Lavorare con un maestro degli schemi offensivi come Giampiero Ventura sarebbe un’opportunità di livello per affinare senso del gioco e movimenti senza palla. Il primo approccio dei dirigenti granata col Palermo non è stato positivo, ma è possibile che Cairo, da qui al termine della sessione estiva, possa alzare il tiro facendo vacillare l’attuale condizione di incedibilità. Le ottime referenze dei compagni di nazionale,in particolare di Berardi, unitamente alla presenza in panchina di un tecnico giovane e di concezione offensiva come Di Francesco,  potrebbero rendere Sassuolo un’alternativa altrettanto appetibile per il ragazzo. Al momento non arrivano segnali di apertura da parte del Palermo in merito ad una possibile cessione, ma la sensazione è che di fronte ad un’offerta importante ed al reperimento di una valida alternativa in avanti le cose potrebbero anche cambiare. Ormai in procinto di rientrare dalle vacanze , Belotti ha voglia di tornare a lavorare e di mettersi quanto prima a disposizione di Iachini. Secondo indiscrezioni raccolte dalla redazione di Mediagol.it, il ragazzo raggiungerà i compagni a Bad Kleinkirchheim nella giornata di domenica, con un paio di giorni di anticipo rispetto alla data originariamente fissata per i reduci dalle nazionali. Un gesto che dimostra la grande voglia del ragazzo di mettersi subito a lavoro per dimostrare di potersi ritagliare un ruolo da protagonista nel Palermo della prossima stagione. Consapevole che il campionato che sta per cominciare può essere un crocevia importante per la sua carriera, nell’auspicio di ricevere da tecnico e società le adeguate garanzie tecniche, gettando magari le basi per un prolungamento ed un adeguamento del contratto attuale che scade nel 2018.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy