Belotti e l’anno del gallo: “Spero che il 2017 mi faccia diventare sempre più uomo”

Belotti e l’anno del gallo: “Spero che il 2017 mi faccia diventare sempre più uomo”

L’intervista al Gallo Andrea Belotti a Sky Sport: “Mio soprannome? Ecco com’è nato, mi fa piacere che il mio gesto richiami gente anche dalla Cina”.

Commenta per primo!

“Spero che il 2017 sia il mio anno sotto tutti i punti di vista“.

E’ l’auspicio di Andrea Belotti: il Gallo, intervistato da Sky Sport nel giorno del capodanno cinese, punta i riflettori su ciò che lo attende. “Mi auguro sia positivo sia nell’ambito calcistico, dove spero di fare più gol, sia nella vita privata: spero di diventare sempre di più uomo su ogni aspetto. Mi auguro di continuare così e far gioire i tifosi granata”. Lo ha già spiegato più volte, ma ripetersi non fa mai male: ecco com’è nato il suo soprannome: “A Gorlago un mio amico fa Gallo di cognome e, lavorando in un bar, non poteva venirmi a vedere sempre quando giocavo all’Albinoleffe. Una volta ci siamo messi d’accordo scherzandoci su: se avessi segnato nella partita successiva, in sua assenza, avrei mimato la cresta del gallo. Questa esultanza me la sono tenuta fino ad ora. Sicuramente fa piacere anche il fatto che richiami gente anche dalla Cina, fa molto piacere”, ha aggiunto Belotti.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy