Belotti ancora a ‘zero’, Pulici gli dà un consiglio: “Gallo, ascolta me. Quando finisci gli allenamenti…”

Belotti ancora a ‘zero’, Pulici gli dà un consiglio: “Gallo, ascolta me. Quando finisci gli allenamenti…”

Le parole della bandiera granata

1 Commento

Centotrentaquattro reti in quattordici anni di Torino. Paolo Pulici dà i suoi personalissimi consigli ad Andrea Belotti per sbloccarsi: il Gallo è ancora a quota zero gol in stagione con gli uomini di Ventura e nell’ultima partita (contro la ‘sua’ Atalanta, ndr) ha colpito due legni. “La soluzione è crederci, crederci sempre. Non perdere mai la fiducia, quando le cose non vanno bene. E non smarrire la modestia, quando invece tutto gira per il meglio. L’arroganza fa danni, quando ti credi di essere diventato un fenomeno. L’umiltà e la positività invece ti consentono di farti trovare sempre pronto. L’aspetto psicologico è fondamentale per mantenere l’equilibrio in ogni frangente della carriera, nella giostra degli alti e bassi inevitabili che lo sport regala – premette Pulici in un’intervista a Tuttosport -. Belotti ha indubbie qualità, è in progresso, si sbloccherà, segnerà il primo gol e tutto diverrà d’incanto più facile. Ma il calcio ha le sue esigenze. E l’Abc è il lavoro, l’allenamento quotidiano. Ripetere all’infinito i tiri in porta, per esempio, è un esercizio utile sempre, a qualsiasi età, a 15 come a 21 anni, o a 30. Se tutti i giorni alla fine del lavoro collettivo ti metti a tirare altre 20 volte in porta, per dire, alleni il piede e la testa, alleni l’intuito e curi l’abitudine al gesto tecnico, la naturalezza della conclusione. E ci guadagni eccome, tutto ti torna in partita sotto forma di forma mentale, di predisposizione: quando magari ti capita una sola occasione in 90 minuti, altro che 20 tiri, e devi anche colpire la palla a occhi chiusi. Per me era così, è stato così”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cristian Ralli - 2 anni fa

    Belotti ha fatto zero goal, Djiudjevic già 1 in pochi minuti. Vuoi vedere che Zamparini aveva ragione ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy