Lecce-Spezia, Marino: “Vogliamo i play off, ci servono punti! Ecco come affronteremo la gara…”

Lecce-Spezia, Marino: “Vogliamo i play off, ci servono punti! Ecco come affronteremo la gara…”

Le dichiarazioni rilasciate dal tecnico dello Spezia, alla vigilia della delicata gara contro il Lecce, in programma sabato pomeriggio allo Stadio “Via del Mare”

“Vogliamo i play off per coronare la nostra bella stagione”.

Lo ha detto Pasquale Marino, intervenuto ai microfoni de ‘La Nazione’. Il tecnico siciliano, alla vigilia di Lecce-Spezia, gara che vedrà da una parte i salentini desiderosi di conquistare la promozione diretta in Serie A, dall’altra parte, i liguri decisi a staccare il pass per i play off, ha analizzato la sfida del “Via del Mare”, soffermandosi sull’obiettivo stagionale dei suoi uomini.

LA GARA – “Sarà una sfida difficile per entrambi. A noi servono punti per centrare l’obiettivo playoff e magari rimanere in questa posizione di classifica, che ci permetterebbe di disputare il primo match al Picco. I pugliesi, invece, devono vincere per essere promossi. Come affronteremo il match? Sicuramente non come a Palermo, ma ripenso volentieri alla partita casalinga col Crotone. Non dovremo, però, stare con l’orecchio attaccato alle radioline per sapere i risultati altrui, perché il destino è nelle nostre mani”.

L’AVVERSARIO –  “Il suo è stato un campionato straordinario. È una matricola soltanto sulla carta perché ha effettuato una campagna acquisti iniziale incredibile, con tantissimi giocatori che hanno vinto diversi campionati di B, come Vigorito, e poi pedine importanti per la categoria. A gennaio poi c’è stato l’innesto di Tachtsidis, fondamentale per la crescita di questa squadra che, già all’andata, si era comportata positivamente. Possono vantare anche una buona organizzazione tattica che ha saputo dare l’allenatore, praticando sempre un buon calcio e cercando sempre il risultato attraverso il bel gioco”.

L’ATTESA – “Come stanno vivendo questo momento i ragazzi? Che ci siano 30.000 persone allo stadio deve essere uno stimolo per loro, perché anche se di colore sociale diverso, tutta quella gente deve motivarti maggiormente. Stanno tutti bene, tranne Okereke per il quale dovremo verificare le condizioni, visto che a due giorni dall’incontro, non si è aggregato al gruppo. Non voglio perderlo, eventualmente, per gli spareggi. Chi vedo in vantaggio? Loro attendono un solo risultato, quello del Palermo. Noi terremo d’ occhio più partite”.

IL BUON CALCIO – “Non siamo i soli ad esprimerlo. Su tutte c’è il Brescia, che ha anche saputo segnare molti gol. Il gioco propositivo, secondo la mia filosofia, aiuta alla crescita dei singoli, mettendo in mostra gli elementi di qualità”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy