Empoli-Spal, Andreazzoli: “Strada verso la salvezza sempre più complicata. Risultato? Oggi ci è mancata la fortuna”

Empoli-Spal, Andreazzoli: “Strada verso la salvezza sempre più complicata. Risultato? Oggi ci è mancata la fortuna”

Le parole del tecnico dell’Empoli, Aurelio Andreazzoli, a margine della sfida contro la formazione ferrarese

La Spal espugna il Carlo Castellani.

Prosegue il momento positivo vissuto dalla compagine di Leonardo Semplici che, dopo la clamorosa vittoria casalinga contro la Juventus, si impone anche sul campo dell’Empoli per 4-2 inanellando così il suo secondo successo di fila. A decidere la sfida, le reti di Petagna, Floccari e Antenucci, che trascinano la formazione emiliana a quota 38 punti e complicano non di poco i piani salvezza dell’Empoli: terzultimo in classifica e distante 4 lunghezze dall’Udinese, quartultimo.

Intervenuto a margine della sfida il tecnico Aurelio Andreazzoli, ha commentato il ko maturato dalla sua squadra, in conferenza stampa.

 “Mancano meno gare dopo oggi, i punti di distacco aumentano e quindi il cammino verso la salvezza si complica ma la strada c’è ancora e quindi come ci siamo ripromessi di fare giocheremo ogni gara per cercare di conquistare il massimo possibile. Ci auguriamo che le cose vadano meglio in futuro, non abbiamo avuto il massimo della sorte perché oggi ho visto una squadra superiore all’altra, l’Empoli, e con due giocatori infortunati prima del tempo. Alla fine comunque ha meritato la squadra che meritava di vincere”.

 “Abbiamo provato a raschiare il barile di una condizione che in termini di forza e fisicità non è al massimo- ha aggiunto Andreazzoli – La Spal invece ha dimostrato cosa significa valere la Serie A, con il nostro portiere che ha subito quattro gol e fatto due parate. Inseguire una condizione sempre, forzando anche il rientro di taluni calciatori, porta al fatto che debba far giocare sempre i soliti, e questo porta a rischi ulteriori. Siamo forzatamente costretti a far rientrare in fretta giocatori che avrebbero bisogno di maggior riposo. Abbiamo più gente in infermeria che gente seduta sulle panche e questo ci penalizza visto che abbiamo molto da dire, come abbiamo fatto oggi contro la Spal nel primo tempo, ma non riusciamo ad esprimerlo. Non sono deluso dalla squadra ma arrabbiato dalla sconfitta. Dobbiamo raccattare i cocci e ripartire”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy