Nestorovski: “C’è rammarico, da capitano mi assumo tutte le responsabilità. Serie A? E’ ancora possibile”. E sulla nuova proprietà…

Nestorovski: “C’è rammarico, da capitano mi assumo tutte le responsabilità. Serie A? E’ ancora possibile”. E sulla nuova proprietà…

Le parole del capitano del Palermo, Ilija Nestorovski, a margine della gara contro il Cittadella

Pomeriggio da dimenticare per il Palermo.

Nell’ultimo match della regular season del campionato di Serie B, i rosanero, non vanno oltre il pareggio nella sfida contro il Cittadella e vedono sfumarsi l’obiettivo promozione diretta per il secondo anno consecutivo. La formazione siciliana, in virtù della contemporanea vittoria del Lecce sullo Spezia, si deve accontentare del terzo posto che significa playoff. Boccone amaro da digerire per gli uomini di Delio Rossi: come testimoniano le parole rilasciate dal capitano del Palermo, Ilija Nestorovski, intervenuto in mixed zone al termine della gara.

“Clima spogliatoio? Non siamo delusi per la prestazione di oggi perché non ci aspettavamo che il Lecce potesse sbagliare la sostituta oggi. Delusi per non aver vinto il campionato con tre o quattro giornate di anticipo, mi prendo tutte le responsabilità ma sono sicuro che il Palermo andrà in A attraverso i playoff. Non sono stato benissimo con il polpaccio, così ho deciso di uscire per non rischiare nulla. Playoff? Abbiamo sbagliato campionato, ci bastano quattro pareggi per conquistare la A. Tifosi? Voglio ringraziarli perché con 30.000 persone cambia tutto, poi nel secondo tempo ci siamo un po’ rilassati anche se poi abbiamo provato a vincere le partite. Gol sbagliato da Falletti? Sbagliano tutti, sapevamo che prima o poi avremmo fatto gol. Nuova proprietà? Hanno parlato con noi e ci hanno rassicurati, credono in noi e quindi dobbiamo ripagarli. Serie C? Non ci penso per niente, non leggo più giornali altrimenti mi stresserei troppo. Ci penseremo dopo, aspettiamo lunedì o martedì per capire cosa accadrà”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy