Lega Calcio: più soldi a chi retrocede, Abodi contro il paracadute. Ecco i motivi

Lega Calcio: più soldi a chi retrocede, Abodi contro il paracadute. Ecco i motivi

Il presidente della Lega Serie B si ribella: “Pretendiamo di essere coinvolti”.

2 commenti

“Sotto la Serie A non ci sono pesi morti, ma soggetti vivi”. Parola di Andrea Abodi. Il presidente della Lega Serie B – al termine dell’Assemblea di ieri a Milano che ha scelto le date di playoff e playout e deciso quella dell’inizio della prossima stagione (26 agosto 2016) – avrebbe contestato l’allargamento del ‘paracadute’ per le retrocesse, perché rischierebbe di alterare l’equilibrio e il livello del campionato. “Il livello di incidenza sulla nostra competizione non può non essere valutato, per rispetto dei tifosi e della qualità della competizione – ha dichiarato Abodi -. In altri Paesi il sistema paracadute è mediato attraverso la mutualità”. Inoltre, oggi potrebbe essere il giorno dell’accordo sui criteri di ripartizione dei diritti TV. Per quanto riguarda – invece – il ‘paracadute’, le parti dovrebbero aver raggiunto un’intesa sulla quota di 60 milioni di euro. E la dura presa di posizione da parte di Abodi sarebbe nata pure dal fatto che la Lega Serie A non avrebbe mai consultato sul tema la B, che ora vorrebbe l’intervento della Federazione.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. MarioRosaNero - 1 anno fa

    Tra la vedita di vazquez e il paracadute di 20 ml……questo toglie baracca e burattini e ci saluta!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rosanero84 - 1 anno fa

      Mi pare che chi retrocede due volte in 5 anni non prende il paracadute! Dovrei verificare meglio però!

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy