Dg JStabia: “Nessuno ha un pubblico come il nostro”

Dg JStabia: “Nessuno ha un pubblico come il nostro”

Intervistato da Tuttomercatoweb, il direttore generale della Juve Stabia, Clemente Filippi, è tornato sul match di ieri vinto per 3-0 dal Palermo, soffermandosi sullo straordinario calore.

Commenta per primo!

Intervistato da Tuttomercatoweb, il direttore generale della Juve Stabia, Clemente Filippi, è tornato sul match di ieri vinto per 3-0 dal Palermo, soffermandosi sullo straordinario calore della tifoseria che, sotto di tre gol ed incanalata verso una retrocessione già scritta, ha cantato per 90 minuti e riempito lo stadio.
Ieri è andato tutto male, dall’approccio alla gara, ma voglio sottolineare la grande manifestazione di calore e la civiltà del nostro pubblico, soprattutto della Curva Sud. Nonostante la sconfitta per tre a zero hanno cantato per novanta minuti inneggiano la maglia e la squadra. Mi sono commosso, chi mi conosce sa che sono schietto e sincero, la Curva Sud ha manifestato che può valere categorie superiori alla B“.
Tornando al campionato, credete ancora alla salvezza?
Mancano 14 gare e ci dobbiamo crede fino a quando la matematica non ci condanna. Sarebbe assurdo non farlo dopo la prestazione di ieri e la dimostrazione di attaccamento dei tifosi. Dobbiamo onorare il campionato, se dobbiamo retrocedere lo faremo a testa alta e con dignità“.
Lei farebbe le stesse scelte?
Negli aspetti tecnici non sono mai entrato, sarebbe assurdo però porsi ora questo interrogativo. Non si risolve il problema, se va male una stagione non serve interrogarsi come sarebbe andata in modo diverso“.

Tra i dati da sottolineare, il fatto che ieri era la “giornata delle vespe” e gli abbonati non hanno potuto sfruttare il proprio abbonamento ma hanno dovuto comprare un biglietto a parte, valido per assistere al match contro la capolista. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy