Cittadella, parla Venturato: “Gara ostica, a Palermo il calcio vissuto in modo viscerale. Barbera pieno? Uno stimolo in più”

Cittadella, parla Venturato: “Gara ostica, a Palermo il calcio vissuto in modo viscerale. Barbera pieno? Uno stimolo in più”

Le dichiarazioni del tecnico del Cittadella, Roberto Venturato, alla vigilia della sfida contro i rosanero

Manca sempre meno a Palermo-Cittadella: ultimo match del campionato cadetto.

Si affronteranno domani pomeriggio al “Renzo Barbera”, la formazione di Delio Rossi e quella di Roberto Venturato, nell’ultima giornata della regular season di Serie B che darà l’occasione ai rosanero di conquistare la promozione diretta senza passare playoff. Obiettivo, quello della compagine siciliana, che potrebbe essere centrato solo in caso di vittoria del Palermo sul Cittadella e di un eventuale passo falso del Lecce nella sfida del “Via del Mare”. Match delicato presentato proprio dal tecnico Roberto Venturato, nella consueta conferenza stampa pre-gara.

“Ci sono 24 convocati, ci siamo tutti tranne Settembrini ed è una buona notizia perché poter contare su tutte le forze è un’ottima notizia. È una situazione di coinvolgimento e di partecipazione importante. Finotto viene da due settimane in cui si è allenato regolarmente, è a disposizione ed è una risorsa importante. Si decide tutto in novanta minuti, è una partita da dentro o fuori, dobbiamo avere la consapevolezza di affrontare una squadra di grandi qualità tecniche. Palermo è una piazza dove il calcio viene vissuto in maniera viscerale. Ci sono tante combinazioni possibili, dobbiamo pensare soltanto a fare la gara, le cose bisogna saperle fare in campo. La cosa importante è essere concentrati sulla nostra partita, questo è fondamentale, il resto vedremo cosa porterà quanto a risultati della concorrenza. Dobbiamo essere bravi a mantenere equilibrio e serenità, con grande rispetto per un avversario di qualità enormi dal punto di vista tecnico. Nestorovski? Presumo possa essere della partita, poi vedremo che valutazioni verranno fatte. Giocare in uno stadio colmo penso che possa caricare, il pubblico è il sale del calcio. Le vicende giudiziarie del Palermo? Non voglio fare nessun tipo di commento, voglio pensare al calcio e al campo”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy