Calcioscommesse, nuova inchiesta della Dda di Napoli: sotto accusa match della Serie B 2013-14

Calcioscommesse, nuova inchiesta della Dda di Napoli: sotto accusa match della Serie B 2013-14

Nei riguardi di dieci persone è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare al termine di un’inchiesta della Dda di Napoli sull’attività del clan su scommesse e partite di serie B.

Commenta per primo!

I carabinieri di Napoli hanno arrestato 10 persone (7 in carcere e 3 ai domiciliari) del gruppo di camorra “Vanella Grassi” di Secondigliano in un’operazione scattata all’alba nel capoluogo campano.

Nei riguardi dei dieci è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare al termine di un’inchiesta della Dda di Napoli sull’attività del clan su scommesse e partite di serie B. L’indagine dei carabinieri che ha svelato un giro di scommesse su gare di calcio ha portato alla luce la capacità di influenzare alcune partite di B della stagione 2013-2014, giocate in Campania nel 2014: attraverso un ‘contatto’ (un calciatore ora in A, indagato ma non raggiunto da misura cautelare) il capo clan e i sodali hanno attratto altre persone e, secondo quanto emerge dall’inchiesta, hanno messo a disposizione ingenti somme di denaro per corrompere giocatori di una squadra campana di B, influenzando due gare disputate a maggio 2014.

Le uniche due squadre campane che hanno disputato quel campionato di B sono l’Avellino e la Juve Stabia. Il Palermo, allora allenato da Beppe Iachini, ha affrontato gli irpini e i gialloblù in trasferta rispettivamente nel novembre del 2013 (Partenio-Lombardi di Avellino) e nel marzo 2014 (Romeo Menti di Castellamare di Stabia)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy