Zurigo-Napoli, Giuntoli: “Partita delicata, ma vogliamo portare a casa un trofeo. Mertens? Le sue condizioni…”

Zurigo-Napoli, Giuntoli: “Partita delicata, ma vogliamo portare a casa un trofeo. Mertens? Le sue condizioni…”

Le dichiarazioni del direttore sportivo azzurro, Cristiano Giuntoli, a pochi istanti dalla sfida contro la formazione svizzera

Manca pochissimo alla delicata sfida tra Zurigo e Napoli, in programma questa sera al Letzigrund Stadion.

Proprio in vista del match contro la compagine di Ludovic Magnin, Cristiano Giuntoli, direttore sportivo del club partenopeo, ha parlato così ai microfoni di Sky Sport: “Si, sarebbe importante portare a casa un trofeo. Noi in questo momento siamo talmente lontani dalla finale che dobbiamo pensare a stasera, partita delicata su un campo difficile, dipenderà molto dalla nostra testa, abbiamo la possibilità di stare bene e speriamo di farlo. Mertens? Ha avuto un problema già in settimana, ieri ha provato ma non era al 100%, abbiamo preferito insieme al ragazzo di lasciarlo a riposo.

Inevitabile la parentesi relativa al momento vissuto dal Napoli: “Difficoltà nel trovare il gol? Come ha detto Carlo siamo poco cattivi sotto porta, le difficoltà non sono solo degli attaccanti ma di tutta la squadra, bisogna stare più attenti all’ultimo passaggio e mettere gli attaccanti in condizione di segnare, speriamo che già stasera si riesca ad invertire la tendenza”.

“Difficoltà in trasferta? Se uno va a vedere i numeri c’è un po’ di casualità – ha dichiarato il ds azzurro – poi si dice che il caso non esiste, quindi noi dobbiamo capire perchè. Si cerca sempre di fare la partita ed imporre il nostro gioco, a volte ci riusciamo e a volte meno, in questo momento pensiamo che sia frutto del caso, dobbiamo fare comunque il nostro per invertire la tendenza”.

Chiosa finale sullo stato di forma dei singoli: “Fabian si vedeva fin dalle prime partite col Betis che aveva qualità straordinarie, ragazzo molto semplice e molto umile con qualità fisiche e tecnice veramente importanti. Malcuit? Questa estate avevamo in orbita anche altri terzini, quando abbiamo capito la voglia di Carlo di far andare un po’ di più i terzini rispetto a Maurizio Sarri, ci siamo buttati su di lui perchè pensiamo che abbia qualità offensvie molto importanti, ci sono stati anche miglioramenti in fase difensiva, puntiamo molto su questo ragazzo e siamo contenti di averlo preso”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy