Witsel: “Andare in Cina è stata scelta di vita, non mi importa cosa dice la gente”

Witsel: “Andare in Cina è stata scelta di vita, non mi importa cosa dice la gente”

Le parole del centrocampista belga trasferitosi in Cina dopo la sua esperienza in Russia.

Commenta per primo!
Lo scorso 31 agosto il suo trasferimento dallo Zenit alla Juventus saltò solo per alcune questioni burocratiche.
Axel Witsel invece a gennaio ha scelto di trasferirsi in Cina al Tianjin Quanjian e al quotidiano belga HLN ha spiegato le motivazioni che lo hanno spinto ad accettare le avances del Sol Levante. “Quando scelsi lo Zenit San Pietroburgo uscirono fuori le stesse polemiche di questi giorni. Per me la gente può dire e scrivere quello che vuole, oramai sono abituato ad essere sotto i riflettori. La scelta è stata anche di vita, sono certo che questa esperienza arricchirà molto sia me che la mia famiglia. Un giorno i miei figli potranno dire ‘ho vissuto sia in Cina che in Russia’”.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy