Udinese, Mandragora non ci sta: “Mia squalifica? Non c’è stata equità. Se questa linea dura rimarrà per tutto il campionato…”

Udinese, Mandragora non ci sta: “Mia squalifica? Non c’è stata equità. Se questa linea dura rimarrà per tutto il campionato…”

Le parole del centrocampista dell’Udinese, Rolando Mandragora, sul suo stato d’animo a seguito della squalifica per bestemmia inflittagli a margine della sfida contro i blucerchiati

Rolando Mandragora è pronto a scendere in campo dopo aver scontato la squalifica rimediata nel match contro la Sampdoria. 

Il centrocampista ex Juventus, durante la gara andata in scena domenica sera allo Stadio Friuli, sarebbe stato pizzicato dalle telecamere ad utilizzare espressioni blasfeme. Comportamento punito dal Giudice di Gara, Gerardo Mastrandrea, con un turno di stop che avrebbe costretto il giocatore a saltare la trasferta di Firenze.

A distanza di 20 giorni dall’accaduto, il classe 97, ha voluto esprimere la sua opinione rispetto alla sanzione inflittagli: “Ammetto che sono state ore difficili, anche perché ha generato un’eco mediatica spropositata – ha confessato il mediano ai microfoni del “Corriere di Torino” – Ho accettato la sanzione pur non condividendola, con la società abbiamo concordato una linea da tenere ed è stata la risposta più giusta alla vicenda. Perché proprio io sono finito nel mirino? E’ difficile comprendere perché il mio caso sia stato trattato diversamente da altri. Senza motivo. Non c’è stata equità, voglio vedere cosa succederà d’ora in avanti e se questa linea dura rimarrà fino alla fine del campionato. Altrimenti avrà pagato soltanto il sottoscritto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per mediagol // fine configurazione per mediagol