Tragedia Astori, parla Novellino: “Ho rivissuto i momenti tragici della morte di Renato Curi”

Tragedia Astori, parla Novellino: “Ho rivissuto i momenti tragici della morte di Renato Curi”

Le parole del tecnico dell’Avellino per ciò che concerne la prematura scomparsa del capitano della Fiorentina…

Il dramma di Davide Astori, purtroppo, è l’ultimo di una lunga serie di giovani calciatori morti.

La scomparsa del 31enne capitano della Fiorentina rievoca infatti quello di Renato Curi, giocatore del Perugia, morto in campo nel 1977. Ai tempi il club umbro giocava in Serie A: era il 30 ottobre del 1977, una data tragica per il mondo del calcio e per Renato Curi, che ebbe un arresto cardiaco fatale. Tra i giocatori in campo c’era anche il tecnico ex Palermo Walter Novellino, oggi apprezzato allenatore dell’Avellino, all’epoca attaccante della squadra umbra. Ecco le sue dichiarazioni rilasciate a La Stampa in merito all’accaduto.

Giocavamo contro la Juventus e l’unico ad accorgersi veramente di cosa stava succedendo fu Dino Zoff. La partita andò avanti perché nessuno ci disse nulla. Anzi, ci rassicuravano: ‘Renato è all’ospedale e non c’è problema’. Che follia, che incoscienza. Sono momenti che ti lasciano il segno, che ti toccano per sempre. Dentro non avevo più nulla dopo una notizia così sconvolgente: c’era un sasso enorme nella pancia e nella testa. Quel sasso è tornato domenica“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per mediagol // fine configurazione per mediagol