Serie A, Napoli-Udinese: Jankto spaventa, Milik salva il Napoli e tiene vivo il sogno scudetto…

Serie A, Napoli-Udinese: Jankto spaventa, Milik salva il Napoli e tiene vivo il sogno scudetto…

Gran vittoria in rimonta del Napoli che batte 4 a 2 l’Udinese e torna a -4 dalla Juventus in attesa dello scontro diretto di Domenica

di Mediagol52

Il Napoli alla ricerca dei tre punti per tentare di accorciare sulla Juventus, ospita l’Udinese al San Paolo.

Maurizio Sarri resta fermo sul solito modulo, ma cambia gli interpreti: 4-3-3 con Reina in porta; Albiol e Tonelli al centro della difesa, Hysaj e Mario Rui sulle fasce; a centrocampo inamovibile il capitano Hamsik, spazio alla freschezza di Zielinski e Diawara; davanti riposa Mertens, Insigne e Callejon a sostegno della punta Milik.

Massimo Oddo risponde con il 3-5-1-1, con Bizzarri tra i pali, Samir, Danilo e Nuytinck in difesa; a centrocampo i tre centrali sono Balic, Barak e Ingelsson, sulle fasce spazio alle scorribande di Pezzella e Zampano; davanti Jankto si aggira dietro l’unica punta Perica.

Il Napoli parte subito fortissimo, alla ricerca del vantaggio che permetterebbe di mettere la partita subito in discesa ed ha subito due occasioni con un tiro da fuori di Hamsik e poi con uno di Insigine da dentro l’area: entrambe le volte Bizzarri si fa trovare pronto e respinge. La squadra di Sarri è concentratissima e domina la partita, presentandosi nei pressi dell’area dei Bianconeri con insistenza. A fine primo tempo è però l’Udinese che con un lampo improvviso passa in vantaggio: cross basso di Zampano che attraversa tutta l’area e trova Jankto completamente smarcato, che appoggia in rete. 0 a 1 al 41′.

Il Napoli prova subito a reagire e trova il gol del pareggio nel recupero del primo tempo, al minuto 47′: Insigne dribbla Nuytinck e di piatto deposita la palla nell’angolo basso alla destra del portiere, 1 a 1. E’ però la squadra di Oddo che chiude in attacco, con un colpo di testa ancora di Jankto che costringe Reina ad una grande parata in tuffo.

Il secondo tempo inizia sempre col possesso del Napoli, ma l’Udinese inizia a crederci e trova nuovamente il vantaggio, sta volta con Ingelsson: altro cross di Zampano verso l’area, il centrocampista svedese classe ’98 gira al volo e batte il portiere Azzurro; primo gol in Serie A per lui, 1 a 2 al minuto 55. Il Napoli non sembra subire il contraccolpo psicologico e riesce a pareggiare per la seconda volta: cross dalla bandierina di Callejon, Albiol salta più in alto di tutti e insacca, 2 a 2 al 64′.

Quasi in contemporanea arriva la notizia del pareggio del Crotone, il Napoli si galvanizza e parte all’arrembaggio, spinto da un San Paolo mai domito. Al 70′ Callejon calcia, sulla respinta di Bizzarri arriva Milik che a porta spalancata non può sbagliare: 3 a 2 per i ragazzi di Sarri, che passano in vantaggio per la prima volta in questa partita. Al minuto 75 è Tonelli che mette dentro la rete della sicurezza: colpo di testa del difensore dopo il calcio d’angolo battuto da Callejon.

Il Napoli vince una partita importantissima in rimonta, accorciando sulla Juve e riportandosi a -4, in attesa dello scontro diretto di Domenica. Decima sconfitta consecutiva per l’Udinese, che rimane comunque al 14o posto in classifica: traballa la panchina di Oddo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy